21 January, 2021, 14:16

5 album (non metal) che ogni metallaro dovrebbe ascoltare

Torniamo oggi a parlare di uno dei generi più discussi della storia della musica: l’heavy metal. Genere molto spesso affiancato alla sfera dell’occulto, l’heavy metal affronta -nella maggior parte dei casi- tematiche a dir poco delicate come l’odio, il conflitto interiore, la solitudine, la paura, la guerra, la contrapposizione tra bene e male e tanti, tantissimi altri temi. Sappiamo benissimo quanto sia difficile oggi essere un metallaro ed è, proprio per questo, che a volte hanno bisogno di affidarsi ad altri generi musicali. Oggi, a tal proposito, vogliamo soffermarci su una serie di album (non-metal) che ogni metallaro dovrebbe ascoltare.

5 album (non metal) che ogni metallaro dovrebbe ascoltare: Kick I, Arca

Arca -nome d’arte di Alejandra Ghersi- è una produttrice discografica, cantautrice e performer venezuelana, nota soprattutto per le sue musiche elettroniche/iperpop pubblicate negli ultimi anni. Uno dei suoi album più importanti è -senza ombra di dubbio- Kick I, pubblicato proprio l’anno scorso: il 26 giugno del 2020. E, se amate davvero il metal groove, allora vi consigliamo vivamente di dare un’occhiata ad Arca.

Liars, They Were Wrong, So We Drowned

Se amate il metal dovete dare assolutamente uno sguardo al secondo album in studio dei Liars, band rock statunitense nata a New York nel 2000. Realizzato completamente in una fattoria rurale nel bel mezzo del New Jersey, ‘They Were Wrong, So We Drowned‘ è un concept album sulla caccia e le esecuzioni delle streghe.

The Ascension, Glenn Branca

Primo album solista del chitarrista, compositore e liutaio statunitense Glenn Branca, l’album sperimentale “The Ascension” vi trascinerà in un viaggio verso l’inferno, grazie al suono primordiale della batteria e a quel sound a dir poco demoniaco.

Little Simz, Grey Area

Passiamo ora al rap crudo e accattivante di Little Simz e al suo album “Grey Area”. L’album in questione è stato, secondo la critica, uno dei migliori lavori discografici del 2019, consolidando la Simz come una delle più grandi promesse del panorama musicale ed uno dei nomi più interessanti del rap.

House of Waters, House of Waters

E, dulcis in fundo, l’album omonimo degli House of Waters. Forse non tutti lo sanno, ma Max ZT è stato nominato dalla critica “il Jimi Hendrix del metal”.

Insomma, come avrete potuto notare ci sono tanti, tantissimi lavori discografici (non metal) che possono appassionare i veri metallari. L’elenco e la lista completa degli album (non metal) che ogni metallaro dovrebbe ascoltare è stata pubblicata da Loudwire su Spotify:

 

 

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)