gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 band hard rock che si sono sciolte mentre erano al massimo

Quando un gruppo decide di sciogliersi, lo fa generalmente perché sente di non avere più motivazioni per continuare a suonare insieme. Eppure, in diverse occasioni, una situazione del genere si è verificata mentre si era ancora al massimo. Vi mostriamo 5 band hard rock che hanno scelto di porre fino alla loro esperienza quando erano nel picco del loro splendore musicale. Perché quando qualcosa inizia ad andare storto, non resta altro da fare che fermarsi.

1. Guns N’ Roses

Iniziamo subito da una band in grado di restare impressa nella storia dell’hard rock fin dal primo singolo assoluto. Nel 1987, il gruppo si fece conoscere grazie al primo album Appetite For Destruction e puntò su testi di alto livello. Dopo un tour epico negli Stati Uniti, il complesso guidato da Axl Rose cercò di bissare con The Spaghetti Incident?. Ad ogni modo, il progetto andò in crisi proprio a causa della preponderanza del frontman, prima di riprendere nel 2008 con Chinese Democracy. Nonostante ciò, la creatività si è un po’ dispersa nel caos.

2. Sex Pistols

Verso la metà degli anni ’70, i Sex Pistols misero il sistema musicale sottosopra. Erano la risposta ai Ramones nell’ambito del punk rock statunitense, con un inizio davvero fulminante. Dopo un primo tour e il licenziamento di Glen Matlock, la band assunse il folle Sid Vicious. Quest’ultimo fu protagonista in negativo della tournée statunitense a causa di seri problemi di droga, che a poco a poco lo portarono alla morte. Un solo album, Never Mind the Bollocks, Here’s the Sex Pistols, il gruppo entrò comunque nella leggenda.

3. System Of A Down

Agli inizi degli anni 2000, i System of a Down sconvolsero il panorama rock. In un contesto caratterizzato dal pop punk e dai jeans larghi del nu metal, loro puntarono su uno stile heavy metal e sulla voce notevole del frontman di origine armena Serj Tankian. Il complesso passò da un disco all’alto fino a raggiungere il culmine nel 2006 grazie ad Hypnotize. Col passare degli anni, il progetto si è affievolito, con il cantante che ha scelto di puntare sul jazz e sulla musica d’avanguardia. Nel frattempo, anche il chitarrista Daron Malakian ha portato avanti il suo progetto da solista e la band si è riunita solo sporadicamente.

4. Nirvana

La maggior parte delle band hard rock degli ultimi 20 anni ha scelto di seguire questa strada grazie ai NirvanaKurt Cobain e gli altri membri del gruppo diedero addio al precedente hair metal degli anni ’80 e furono esponenti assoluti dell’alternative rock e del grunge. Tuttavia, il leader carismatico iniziò ad abbandonarsi alla droga e fu trovato morto nel 1994. Gli altri due membri principali decisero di sciogliere definitivamente il progetto, con Dave Grohl che formò la nuova band rock dei Foo Fighters. Kurt aveva ancora molto da darci, ma possiamo essere ben lieti di aver appreso parte dei suoi lampi di genio.

5. Alice In Chains

Dopo la morte di Cobain, gli Alice in Chains sembravano i suoi eredi naturali nel genere del grunge. L’EP Jar of Flies prometteva davvero bene, ma era troppo avvolto nell’oscurità. Col passare degli anni, la situazione peggiorò anche a causa dei turbamenti interiori del cantante Layne Staley, anche lui avvolto dalla tossicodipendenza. I suoi demoni lo uccisero nel 2002, quando ormai il progetto era già morto e sepolto dopo aver supportato i KISS in un tour di ritorno. Peccato, ci sarebbe stato molto da fare.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)