gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 donne fondamentali per lo sviluppo del rock ‘n’ roll

Il rock ‘n’ roll è un genere musicale che ha assunto proporzioni enormi anche grazie al gentil sesso. Nel corso dei decenni, numerose donne si sono contraddistinte e hanno dato un contributo sostanziale a tanti progetti. Scopriamo insieme 5 donne fondamentali per lo sviluppo del rock ‘n’ roll. In realtà le donne protagoniste del nostro elenco sono sei, ma poco cambia. Conta il ruolo che hanno saputo assumere grazie a voci straordinarie e ad una grinta fuori dal comune.

1. Janis Joplin

Iniziamo subito da una vera e propria rivoluzionaria del rock ‘n’ roll. Soli 27 anni di vita sono bastati a Janis Joplin per diventare una leggenda della musica mondiale. Fu un autentico simbolo degli anni ’60, con una voce in grado di adattarsi al meglio ad ogni lavoro di blues, rock e folk. Prese parte al Festival Pop di Monterey del 1967 insieme al progetto Big Brother and the Holding Company, con la consacrazione arrivata due anni dopo nel celebre evento di Woodstock. Scomparve tristemente nel 1970 per un’overdose di alcol e droga.

2. Joan Jett

Joan Jett iniziò a farsi conoscere negli anni ’70 grazie alla sua appartenenza alla band The Runaways, tutta al femminile. Quindi, nel 1981, la svolta definitiva con la cover di I Love Rock ‘n’ Roll, realizzata insieme alla band dei The Blackhears. Una vera e propria Regina del Rock, sempre ribelle e poco incline ad ogni tipo di etichetta. Tra i punti di forza di Joan, la sua notevole ecletticità. Lei, infatti, è anche chitarrista, compositrice, produttrice e talvolta attrice, oltre che attivista per i diritti degli animali.

3. Ann e Nancy Wilson

In questo caso, abbiamo a che fare con due donne rock dall’impatto davvero straordinario. Le sorelle Ann e Nancy Wilson, la prima cantante e la seconda chitarrista, hanno formato nel 1973 un progetto musicale tutto loro, denominato Heart. Due ragazze molto attraenti alla guida di una band dall’energia straordinaria. Ogni loro brano entrava direttamente nelle prime posizioni della hit parade.

4. Patti Smith

Buona parte del successo straordinario di Patti Smith è nato dalla sua ispirazione a colossi del calibro di Bob DylanLou Reed. La cosiddetta sacerdotessa del Rock viene considerata come una vera e propria poetessa, capace di saper anticipare i tempi. Il suo disco d’esordio risale al 1975, Horses, e l’ha resa rapidamente come un’esponente autorevole del punk newyorchese. I suoi brani possono essere paragonati a componimenti lirici curati nei minimi dettagli. È anche un’apprezzata attivista sociale.

5. Suzi Quatro

Concludiamo con la prima bassista donna in grado di raggiungere un successo straordinario. Iniziò a farsi conoscere nel Regno Unito agli inizi degli anni ’70 grazie alla conoscenza di Mickie Most, il produttore di Jeff Beck, The Animals e Donovan. Ha lavorato insieme alla band dei The Cradle e si è fatta notare come attrice grazie alla serie Happy Days. Ma Suzi Quatro è molto di più, una vera icona per tante donne, un esempio da seguire a livello internazionale.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)