gtag('config', 'UA-102787715-1');

Aerosmith, Steven Tyler confessa: “gli altri membri della band mi costringevano a…”

Negli anni ’80 – mentre gli Aerosmith raggiungevano le vette del successo e della consacrazione internazionale – Steven Tyler toccava il fondo della sua dipendenza da sostanze stupefacenti. Non è un caso che lui e Joe Perry siano passati alla storia come Toxic Twins. Resta il fatto che nel 1988 gli altri membri della band raggiunsero il punto di rottura con il loro frontman. A distanza di più i trent’anni, Tyler ha confessato di essere stato costretto a fare cose contro la sua volontà e di aver impiegato anni per perdonare i suoi compagni di band.

LE DIPENDENZE DEGLI AEROSMITH

Gli anni ’80 erano gli anni ’80. Rocker selvaggi e scellerati passavano di palco in palco, esibendosi sotto l’effetto delle più disparate sostanze stupefacenti. La droga viaggiava oltreoceano infondendo nuova linfa vitale nei processi creativi di moltissime band ma anche portandole spesso al punto di rottura. E’ quello che successe agli Aerosmith, guidati da Steven Tyler. Nei tardi anni ’80 ogni membro della band combatteva contro abusi da droga e alcol, ma il cantante era il più incallito.

TUTTE LE VOLTE CHE STEVEN TYLER E’ ANDATO IN RIABILITAZIONE

“Fu un periodo terribile e la droga ci portò in fondo all’abisso – ha svelato Steven Tyler in una nuova intervista per Haute Livingio fui il primo ad andare in riabilitazione”. Una decisione quella, necessaria e forzata dagli altri membri degli Aerosmith e dall’entourage della band. “Non c’erano posti come le rehab; Era centri di igiene mentale. Ci ero già finito nel 1984 e nel 1986 ma non ne capivo il senso”.

PERCHE’ STEVEN TYLER PROVA RABBIA NEI CONFRONTI DEGLI AEROSMITH?

Steven Tyler non nasconde di essere rimasto scioccato quando i suoi compagni di band lo costrinsero ad andare in rehab. Una decisione forzata di cui lui non capiva il senso. Nel 1988 infatti, la band assieme al manager degli Aerosmith, lo mise con le spalle al muro riguardo la sua dipendenza. “Loro pensavano “facciamo tornare il cantante sobrio e i nostri problemi saranno risolti” rivela Tyler ai microfoni di Haute Living. “Così sono tornato sobrio ma ci ho messo anni per perdonarli per avermi mandato in riabilitazione mentre loro stavano in vacanza”.

IL RAPPORTO TRA STEVEN TYLER E GLI ALTRI AEROSMITH OGGI

Alla fine degli anni ’80 Steven Tyler viene dunque condotto – quasi di peso – in un centro di riabilitazione per disintossicarsi. Gli Aerosmith sono al collasso a causa delle sue dipendenze e dei suoi abusi di sostanze stupefacenti. Gli altri compagni di band – Joe Perry, Joey Kramer, Brad Whitford e Tom Hamilton –  assieme al manager della band lo costringono a tornare in carreggiata. Nonostante Tyler abbia impiegato molti anni per superare la rabbia di quel gesto ora è molto grato ai suoi amici.

“Devo ringraziare loro per la mia sobrietà – ha raccontato il frontman – […] Ci sono stati molti momenti della mia vita che non riuscivo a controllare, che fosse un matrimonio o la mia dipendenza […] e anche gli altri ragazzi non erano diversi da me. Ma ci siamo supportati attraverso quei momenti e siamo ancora qui oggi”. Steven Tyler sa che senza l’aiuto e la spinta della band forse non sarebbe dove è oggi. “La mia intera vita è un sogno diventato realtà e sono oltremodo grato per tutto questo”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.