I 5 più grandi album flop della storia della musica

Quali sono i più grandi album flop?

Molto spesso, nel rock e nella musica in generale, abbiamo assistito ad album che sono divenuti un vero e proprio successo: che sia per via delle vendite, o per via del giudizio più che positivo della critica, molti album sono diventati dei veri e propri capolavori musicali. Questa volta, però, vogliamo parlare di album differenti, considerati dei veri e propri flop, dato il disprezzo della critica o dei fan. Ecco 5 tra quelli che si sono rivelati album flop.

Lulu di Metallica e Lou Reed

Si tratta dell’ultimo lavoro discografico di Lou Reed, pubblicato – in collaborazione con i Metallica – il 31 ottobre del 2011. L’album fu un flop dal punto di vista della critica, che stroncò in tutti i modi l’operato. Il cultime della stroncatura si ebbe con il critico Stuart Bermaa, che attribuì all’album il raro voto di 1.0, così commentando: «Per tutta l’ilarità che dovrebbe derivarne qui, Lulu è un fallimento frustrante, ma nobile. Audace alle estreme conseguenze, ma stancante e noioso, di conseguenza, le sue poche idee interessanti sono tese oltre il punto di utilità e pestate alla sottomissione.»

La risposta di Metallica e Lou Reed non tardò ad arrivare: quest’ultimo dichiarò che una situazione simile si era già venuta a creare quando pubblicò Metal Machine Music (di cui parleremo successivamente) ma che non era un problema, “faccio musica per divertirmi” disse testualmente. Gli stessi Metallica parlarono di Lou Reed, dicendo che la sua poesia non era stata capita.

III dei Van Halen

Si tratta dell’undicesimo album in studio dei Van Halen: album flop in tutti gli aspetti, da quello strettamente musicale a quello relativo alle vendite. Innanzitutto queste ultime, che furono decisamente inferiori rispetto agli altri lavori della band stessa. Quanto, invece, alla musica: le sonorità troppo sperimentali, la presenza marginale al basso di Anthony (troppo spesso rimpiazzato da Eddie Van Halen) e un Cherone irriconoscibile sono tutti elementi che rendono l’album quello che è. Da molti è considerato più che un album della band, un album da solista di Eddie Van Halen.

Songs of Innocence degli U2

Per quanto riguarda Songs of Innocence, tredicesimo album in studio della band U2, si tratta di un album flop dapprima per quel che riguarda le vendite. Ha debuttato, infatti, al sesto posto della Official Albums Charts (risultato più basso ottenuto dagli U2 dopo 32 anni) e, secondo le stime, non ha venduto più di 101 mila copie in totale negli Stati Uniti; nella Bilboard 100, infatti, rimase in classifica per sole 8 settimane. Anche la critica non fu molto propensa a giudicare positivamente il prodotto, con la sola eccezione del Daily Telegraph, che assegnò 4 stelle su 5 all’album.

Metal Machine Music di Lou Reed

Precedentemente citato, Metal Machine Music è la seconda presenza di Lou Reed in questa speciale classifica di album flop. Pubblicato nel 1975, fu il più grande fallimento di tutti i tempi di Lou Reed; considerato da molti come un album che album non era, e che poteva considerarsi uno scherzo, forse una vendetta ai danni della sua casa discografica. Un album pieno di rumori, feedback chitarristici e suoni distorti, le recensioni a dire il vero non sono state tutte negative.

Lester Bangs, ad esempio, lo ritenne il miglior album mai fatto dalla storia dell’orecchio umano. C’è chi invece piazzò l’album nella lista dei peggiori album di sempre; chi – come il Rolling Stone – si limitò a parlarne male, definendolo come il rumore di un frigorifero rotto.

Ramones dei Ramones

Il primo album in studio, Ramones, dell’omonima band è un album flop non tanto per le sue sonorità – o per il giudizio negativo della critica – che risultano essere innovative e mai banali. Il flop fu quello relativo alle vendite del primo periodo: soltanto 111 la posizione massima raggiunta dal disco nella classifica statunitense; ciò derivava dal fatto che l’album non era quasi mai nel bagaglio dei dj, per via delle sonorità – realizzate registrando la parte del basso su un canale e quella della chitarra dall’altro – poco appetibili. L’album avrà grande fortuna successivamente, com’è giusto che sia!

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.