Axl Rose arrestato: che cosa accadde il 12 luglio 1992?

Axl Rose arrestato: che cosa accadde il 12 luglio 1992?

Axl Rose, un artista irriverente

Di artisti, soprattutto rock, che nella loro carriera si sono fatti notare anche per gesti o comportamenti non esattamente conformi alla legge ce ne sono tantissimi. Chi più chi meno, ognuno ha compiuto un atto che ha fatto sì che il suo nome fosse iscritto “all’albo dei cattivi”. Sicuramente, anche se non c’entra sempre la polizia e l’arresto, Axl Rose è uno di questi. Il leader dei Guns N’ Roses è un artista irriverente, che nella sua vita – dopo il canto – ha anche litigato con Kurt Cobain nel tempo libero. Oggi parliamo, però, di un evento che si verificò il 12 luglio del 1992: parliamo di Axl Rose arrestato.

L’incitazione alla rissa del 2 luglio 1991

In realtà, nonostante si parli di Axl Rose arrestato il 12 luglio del 1992, i fatti si verificarono molto prima: il 2 luglio 1991. I Guns N’ Roses si stavano esibendo nell’anfiteatro Riveport di St. Louis (di Maryland), e il momento in cui partì tutto era quello dell’esibizione di Rocket Queen. Nel mentre dell’esibizione, qualcuno stava riprendendo con una videocamera Axl Rose (nonostante gli avvisi della sicurezza), cosa che al leader dei Guns N’ Roses non piacque.

Dal momento che la sicurezza non si mobilitò per far posare quella videocamera stessa, fu proprio Axl Rose a occuparsene: scese dal palco, strappò la videocamera (che stava usando per fare foto) all’uomo, tornò sul palco e affermò: “Bene, grazie alla sicurezza sfigata, me ne vado a casa”.

All’atto ne seguì un altro più indecoroso: la band distrusse gran parte di ciò che c’era sul palco e Axl Rose lanciò il microfono a terra. Il rumore del tonfo sembrò essere quello di uno sparo: da quel momento in poi iniziò la rissa tra il pubblico, che iniziò a lanciare oggetti sul palco. Alla fine furono tantissimi i feriti, tra persone e sicurezza che cercò di calmare il pubblico.

Axl Rose arrestato il 12 luglio 1992

Nonostante i fatti che accaddero il 2 luglio del 1991, per sentir parlare di Axl Rose arrestato si dovette aspettare più di un anno. In effetti, l’arresto non potè esserci nel momento in cui avvenne l’incitazione alla rissa; la band – al fine di proseguire il proprio tour – dovette trasferirsi oltreoceano. Per evitare, in effetti, che il tour si fermasse cancellò alcune date americane, trasferendosi subito in Europa.

La polizia lo attese, il 12 luglio 1992 all’aeroporto JFK International Airport di New York, dove lo arrestò. Il tour era terminato e il leader dei Guns N’ Roses indossava la stessa maglietta che aveva utilizzato per il concerto a Torino. Il momento fu naturalmente documentato: insieme a lui, tutti provenienti da Parigi, c’erano la fidanzata Stefanie Seymour con il figlio e una governante. L’arresto è avvenuto prima che Axl Rose si consegnasse alla polizia. Anche se (prima che il processo iniziasse, il 17 luglio) tornò subito in libertà con il pagamento di una cauzione di 100 mila dollari.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.