gtag('config', 'UA-102787715-1');

Bohemian Rhapsody: dopo l’Oscar, John Ottman risponde alle critiche sul montaggio

Bohemian Rhapsody, il biopic musicale sulla vita e la carriera di Freddie Mercury e dei Queen, si è confermato il prodotto commerciale più di successo degli ultimi mesi. Dalla sua uscita, nel Novembre 2018, non ha fatto altro che conquistare onori e battere un record dopo l’altro. Alla cerimonia degli Academy Awards, tenutasi al Dolby Theatre di Los Angeles lo scorso 24 Febbraio 2019, si è portato a casa ben quattro Oscar. Ma non sono mancante le critiche nemmeno in quell’occasione. John Ottman, tecnico del montaggio di Bohemian Rhapsody, ha risposto ai detrattori che lo hanno criticato dopo la vittoria agli Academy.

Vittoria per il Miglior Montaggio, Academy Awards 2019: la scena incriminata

John Ottman ha conquistato un Oscar ai passati Academy Awards del 24 Febbraio 2019, per il Miglior Montaggio con Bohemian Rhapsody. Molti hanno criticato sia la scelta di assegnare il premio a Ottman sia le scelte tecniche che lo stesso ha fatto nell’editing del biopic musicale.

L’assegnazione dell’Oscar per il Miglior Montaggio è stato assegnato a John Ottman, tecnico del biopic musicale su Freddie Mercury, Bohemian Rhapsody. La critica è scoppiata subito feroce e sui social media sono iniziati a circolare brevi estratti video di una scena in particolare.

La pagina Instagram Light, Camera, Pod ha condiviso la clip del momento in cui i Queen incontrano il loro futuro manager John Reid. In quella sequenza, secondo la critica, sono stati fatti talmente tanti tagli – più di 60 in meno di due minuti – da dare una sensazione di vertigini a molti spettatori. In calce si legge “Questa scena fatto conquistare il Miglior Montaggio a Bohemian Rhapsody […]? Difficile da credere”.

Intervista di John Ottman, tecnico del montaggio per Bohemian Rhapsody

In una recente intervista per il Washington Post, John Ottman ha ammesso di odiare la scena in questione nel dibattito sull’assegnazione dell’Oscar. Ha aggiunto che lavorerebbe volentieri ad una riedizione della sequenza. Ottman ha spiegato che la clip ha avuto bisogno di modifiche dell’ultimo secondo dopo che il regista, Dexter Fletcher, ha sostituito Bryan Singer ormai quasi alla fine della produzione.

La scena in cui i Queen incontrano il loro futuro manager è stata riscritta, dopo il cambio dei registi, e il dialogo sensibilmente tagliato. “Ogni volta che vedo quella scena mi voglio mettere una busta in testa. Perché non è come la volevo io” ha confessato Ottman.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.