25 February, 2021, 08:22

Da dove nasce il termine “folk”?

La musica folk continua a far sognare il mondo dall’alto di una storia che va avanti da oltre un secolo. Da Bob DylanVan Morrison, da Harry Belafonte ai The Weavers, gli esponenti straordinari non mancano. È grazie a figure così imponenti che un genere musicale è riuscito a trasformarsi da un genere di nicchia ad un prodotto di stampo mainstream.

A questo punto, tocca farci una domanda. Da dove nasce il termine folk? Daremo un’occhiata alle origini di un vero e proprio stile di vita e conosceremo i punti di forza di un genere capace ancora oggi di lasciare a bocca aperta il pubblico. Ecco tutto ciò che bisogna assolutamente sapere a riguardo.

Gli albori della musica folk

Forse non tutti sanno che la musica folk è stata fondamentale per la nascita del rock and roll e del blues. Il genere nacque grazie alla passione di varie comunità di minatori statunitensi del ‘700, che erano ben diffuse nella zona dei Monti Appalachi. Un luogo isolato, quasi inospitale, con popoli dalle tradizioni semplici e consolidate. I primi strumenti utilizzati erano il violino, la cornamusa e il tamburo a cornice, che furono poi affiancati da chitarra e banjo.

Le tre funzioni principali della musica folk

L’antica musica folk era di chiara ispirazione da sound di origine celtica e inglese. Prima di tutto, tali suoni nascondevano una notevole funzione sociale, dato che riusciva a garantire momenti di puro divertimento a piccole comunità di montagna. In secondo luogo, le canzoni servivano a diffondere messaggi religiosi, in una sorta di preambolo del futuro gospel bianco. Infine, non va dimenticata la loro importanza nell’ambito della comunicazione. Infatti, tramite le ballate folk, era possibile raccontare storie su tematiche molto scottanti, come l’amore e la morte. In ogni caso, coloro che suonavano e ascoltavano erano esattamente sullo stesso piano e il pubblico veniva coinvolto in prima persona in ciascuna composizione musicale.

Perché questo genere ha assunto proprio una denominazione simile

A questo punto tocca tornare alla domanda iniziale, ossia a quella della nascita del termine folk. Ebbene, come si può intuire, la parola deriva da folklore, in lingua inglese declinato anche con i due termini separati folklore. Il termine è stato inventato per sottolineare la cultura, la tradizione e le superstizioni di popolazioni dalla cultura non proprio elevata. Un’altra chiave di volta riguarda la derivazione della parola dal termine tedesco Volk, che aveva il significato di tutto il popolo. Aggiungiamo che la seconda parte, ossia lore, aveva il senso di conoscenza e dottrina, e completiamo rapidamente il quadro.

Non a caso, la musica folk viene considerata come uno dei generi più popolari in senso assoluto. Al giorno d’oggi, si può parlare anche di Contemporary folk music, cioè di uno stile molto più moderno, una sorta di revival del folk originale. Ed ecco che numerosi artisti hanno tratto ispirazione da questi dettami per dare vita ad autentici capolavori del folk rock, dai quali trasse spunto anche una band iconica come i Led Zeppelin, o anche un altro cantautore di grande successo come Bruce Springsteen.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)