gtag('config', 'UA-102787715-1');

Eddie Van Halen: perchè seppellì la sua chitarra nella tomba di Dimebag Darrell?

Eddie Van Halen era amico di Dimebag Darrell, lo storico chitarrista dei Pantera. Quest’ultimo è morto l’8 dicembre 2004 mentre era sul palco insieme alla band Damageplan, quando fu sparato da una persona nascosta tra il pubblico. L’artista di Jump ha scelto di omaggiare il suo apprezzato collega in un modo davvero solenne. Scopriamo insieme come.

Gli ultimi momenti di Dimebag prima di morire

Eddie Van HalenDimebag Darrell Abbott si erano incontrati poche settimane della morte del secondo. Non a caso, furono proprio Van Halen le ultime parole espresse da Dimebag prima di essere ucciso a Columbus, in Ohio, dal folle Nathan Gale. Lui aveva inviato il messaggio al fratello Vinnie Paul, che in seguito aggiunse: “Ci stavamo riscaldando ai lati del palco come sempre ed eravamo molto entusiasti. Van Halen era la nostra parola in codice per far partire le danze. Sono state le ultime due parole che ci siamo scambiato. Ci siamo dati il cinque, abbiamo iniziato a suonare… e dopo un minuto e mezzo non lo avrei mai più visto”.

L’incontro tra Eddie e Dimebag

Dimebag stimava Eddie Van Halen a tal punto da ascoltarlo prima di ogni spettacolo. Entrambe le loro band, i Van Halen e i Pantera, avevano fratelli alla chitarra e alla batteria, a tal punto che il secondo gruppo era soprannominato Texan Van Halen. La storica fidanzata di Barrell, Rita Haney, ha raccontato l’agognato incontro del suo amato con Eddie: “Lo avevamo visto in Texas poche settimane prima, era stato il primo incontro tra Dime ed Eddie. Si sono visti prima e dopo uno spettacolo, e Dime aveva potuto suonare il rig di Eddie al soundcheck. Era felicissimo”.

Paul ha aggiunto: “Abbiamo parlato per una decina di minuti e abbiamo notato quanto le nostre band avessero molto in comune. Era incredibile! Eddie inviò una limousine per venirci a prendere, ci portò sul palco. Fu uno spettacolo fantastico, indimenticabile. Mio fratello era felice per aver incontrato il ragazzo che gli aveva fatto venire la voglia di suonare la chitarra”. Purtroppo, l’amicizia non ha potuto avere alcun seguito.

La scelta di Eddie Van Halen di seppellire una chitarra con Dimebag

Pochi giorni dopo la cruenta morte di Dimebag, Eddie Van Halen decise di compiere un gesto importante per ricordarlo. “Dime voleva spendere 30 mila dollari per una delle sue chitarre a strisce, – riferì Haney – ma Eddie decise di realizzarne una speciale per lui. Voleva dargliene una rossa, bianca o nera, ma io gli dissi che lui ne avrebbe preferita una nera e gialla”. Il 14 dicembre, giorno del funerale di Dimebag, Eddie si presentò con una chitarra originale, raffigurante la scritta Van Halen II e risalente al 1979.

“Eddie non ebbe il coraggio di vedere il corpo di Dime, voleva ricordarlo com’era in vita”, disse Haney, che si mosse in prima persona per donare la chitarra al suo amato. Durante il funerale, Van Halen ricordò così Darrell: “Sono qui perché questo ragazzo era pieno di vita e merita tanto amore. Ha respirato rock ‘n’ roll”. Quindi, fece ascoltare al pubblico un messaggio di ringraziamento di Dimebag per la straordinaria giornata vissuta insieme, all’insegna del rock vero.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)