Eldon Hoke ha ucciso Kurt Cobain? La verità sul caso Cobain

Il caso Cobain

Un caso che, da quando è scoppiato, sembra non aver mai trovato una conclusione definitiva. Allo stesso tempo, inoltre, sembra che con molta probabilità non la troverà mai, nonostante le parole, le indiscrezioni, le probabili piste. Il caso Cobain non sembra essere uno di quei misteri montati ad hoc dopo la morte di un grande e celebre personaggio; tantissimi sono gli indizi e la verità sembra voler emergere sempre più. Quello che da tutti era stato accolto come un suicidio, fin dalle prime battute ha riscosso grandi dubbi. E se il 5 aprile del 1994 non fosse stato il leader dei Nirvana a spararsi con un colpo di fucile? Tanti i nomi, tante le piste che rimandano ad un solo nome: quello di Courtney Love. La mandante è lei, il movente probabilmente il denaro. L’assassino, forse, Eldon Hoke.

Eldon Hoke è l’assassino di Kurt Cobain?

La teoria del suicidio di Kurt Cobain sembra essere sempre vacillata, nonostante tutte le dinamiche con cui questo si è svolto. I fan concordano su questo: Cobain non si è tolto la vita, ma è stato ucciso – per un motivo o per un altro – il 5 aprile del 1994. Uno dei nomi che più rientrano a far parte della teoria dell’omicidio è quello di Eldon Hoke, batterista e cantante dei The Mentors. Soprannominato El Duce, lo statunitense sarebbe stato assoldato da Courtney Love per uccidere il leader dei Nirvana.

Tuttavia, le teorie sull’assassinio di Kurt Cobain si sono moltiplicate nel tempo e lo stesso Eldon Hoke ha fatto in modo che le voci si diffondessero. Il cantante e batterista, infatti, avrebbe velatamente ammesso la responsabilità di Courtney Love; ad ogni modo, però, avrebbe scaricato la responsabilità dell’omicidio ad un’altra persona ancora. Dinamica, movente e mandante sempre gli stessi. Ma si può credere davvero che una questione di soldi sia stata la causa di tutto questo?

La morte di Eldon Hoke

Fu un’intervista a rovinare, con molta probabilità, Eldon Hoke. Parlando proprio di Kurt Cobain e Courtney Love non poteva mancare la domanda relativa alla morte del leader dei Nirvana; non si sa con quanta volontà il cantante e batterista statunitense tirò in ballo un altro musicista, esperto – allo stesso tempo – di arti marziali: Allen Wrench. Secondo questa cospirazione, che tende a escludere Hoke, lo stesso avrebbe girato il lavoro al collega esperto, per portare a termine comunque la richiesta di Courtney Love.

Qualche giorno dopo, nel 19 aprile del 1997, ci fu la morte di Eldon Hoke. Per i cospiratori un tassello importantissimo di tutta la teoria. Dopo qualche parola appena trapelata, con la sua morte Hoke fu messo a tacere; anche in questo caso, la dinamica fu tale da far credere che si trattasse di un incidente.

Il cantante e batterista è morto sotto un treno; la storia parla di un incidente: Hoke, nel cercare di incrociare alcuni suoi fan, sarebbe rimasto impigliato in un binario, non potendo evitare il treno in arrivo. Ma, alla fine della fiera, è una storia che sembra vacillare, come tutto il resto.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.