25 February, 2021, 15:57

Festival di Sanremo, la storia della prima edizione del 1951

Lentamente ci si sta avvicinando ad un evento musicale amato o odiato da milioni di italiani, ossia il Festival di Sanremo. Quest’anno le polemiche sono iniziate con largo anticipo, a causa del discorso del pubblico dal vivo, con Amadeus e Fiorello che hanno minacciato di abbandonare la conduzione (la loro seconda consecutiva dopo l’edizione 2020). Probabilmente l’atmosfera era percepita in maniera totalmente diversa 70 anni fa, quando durante questa settimana del 1951, si tenne la prima edizione del Festival di Sanremo.

I tre partecipanti della prima edizione

L’evento iniziò la sera di lunedì 29 gennaio 1951, al salone del casinò di Sanremo. Qui il conduttore Nunzio Filogamo spiegò il regolamento e presentò i partecipanti. All’epoca erano solo tre: il Duo Fasano, Achille Togliani e Nilla Pizzi, la quale si sarebbe aggiudicata la vittoria con il brano “Grazie dei fiori”. Il brano venne composto da Saverio Seracini dopo essere diventato improvvisamente cieco.

Il regolamento originale del Festival di Sanremo

Dato il ridotto numero di partecipanti, anche il regolamento era diverso da quello a cui più o meno oggi siamo abituati. Le canzoni presentate erano dieci a sera, con il pubblico che, a fine serata, decide quali cinque eliminare e quali andare in finale. Durante la terza serata, la finale, che viene decretato il brano vincitore. I cantanti dunque proponevano varie canzoni, eseguendole sia in qualità di solisti, sia diventando protagonisti di quelli che ai nostri giorni sono definiti featuring.

Lo stile musicale

Ovviamente la musica rock era ancora lontana, facendo la sua comparsa sul palco del Festival solo dieci anni dopo. Del 1951 del resto il genere musicale poc’anzi citato non era nato neppure nella sua terra di origine, ossia gli Stati Uniti, dove avrebbe fatto le sue prime comparsi verso la metà del decennio, per poi affermarsi nel ’56/’57 con artisti come Elvis Presley, Jerry Lee Lewis, Chuck Berry o Little Richard.

La musica rock al Festival di Sanremo

Nel 1961 l’influenza del rock’n’roll nel nostro pese era diventata abbastanza matura da consentirne l’attracco sul palco del casinò della città dei fiori. I responsabili furono Adriano Celentano e Little Tony che presentarono in coppia il brano “24mila baci”. I due suscitarono la reazione dei più tradizionalisti, sia per la loro maniera di cantare, sia perché nel corso dell’esibizione diedero le spalle al pubblico, cosa mai successo prima di allora. Nel corso dei decenni e delle varie edizioni sarebbero poi stati diversi i musicisti rock a prendere parte al festival, sia come partecipanti che come ospiti.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com