gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury: 5 cose che (forse) non sapevi della sua vita

Freddie Mercury, al secolo Farrokh Bulsara, è probabilmente il più grande frontman di tutti i tempi. Lo storico leader dei Queen è sempre stato un personaggio piuttosto enigmatico e misterioso, eccentrico e a dir poco geniale. Spulciando nella biografia sul leader dei Queen, pubblicata da Lesley Ann Jones col titolo “An Intimate Biography Of Freddie Mercury”, sono usciti fuori degli aspetti molto interessanti. Andiamo a vedere insieme di cosa si tratta.

L’amicizia con Elton John

L’amicizia tra Freddie Mercury ed Elton John è stata probabilmente una delle più vere e sincere della storia della musica. E, un ulteriore conferma la fornisce lo stesso Elton nel suo libro “Me, Elton John”. Nel volume, infatti, il 73enne compositore britannico ripercorre il profondo legame di amicizia con Freddie Mercury: mostrando l’uomo che era realmente, al di là del suo talento musicale. Elton John, al secolo Reginald Kenneth Dwight, si è soffermato anche sulla tragica malattia che ha portato lo storico cantante dei Queen alla morte, il 24 Novembre del 1991.



“Sebbene fosse un personaggio stravagante ed un frontman sfacciato, Freddie Mercury è sempre stato estremamente riservato. Quando mi disse di avere l’AIDS, subito dopo la sua diagnosi nel 1987, ero veramente a pezzi. Sapevo benissimo cosa sarebbe successo a Freddie e lo sapeva anche lui.”

La collaborazione con David Bowie

Un altro capitolo degno di nota è quello riguardante la collaborazione col Duca Bianco: David Bowie. Nel 1981 i Queen erano a Montreux, per effettuare le registrazioni dell’album Hot Space. Per l’occasione, invitarono anche David Bowie, che avrebbe dovuto partecipare ai cori del brano Cool Cat. Le registrazioni, però, non andarono come previsto e Bowie chiese di non ottenere crediti. Freddie Mercury aveva, però, per lui un progetto più importante che una semplice partecipazioni ai cori di un brano.. un progetto che sfociò nel brano ‘Under Pressure.’



Lo strano rapporto con Michael Jackson

Durante gli anni Ottanta Freddie Mercury e Michael Jackson avevano sviluppato una sincera amicizia. Nonostante ciò, il leader dei Queen non sempre si dimostrava incline ad accettare qualche comportamento decisamente strano e bizzarro di Jackson. E, allo stesso tempo, Jackson non digerì mai il fatto che Freddie facesse uso di cocaina nel suo salotto privato.

Freddie Mercury e i Queen

I Queen, nati a Londra nel 1970, hanno scritto pagine indelebili nella storia della musica. Successi a parte, tra Freddie Mercury, Brian May, Roger Taylor e John Deacon non sono mancati certo i litigi e le piccole incomprensioni, causati molto spesso da divergenze artistiche e opinioni differenti. E, come spesso sottolineava Mercury, i Queen in studio erano come “quattro galli da combattimento in un pollaio.”

La vita privata di Farrokh Bulsara

Probabilmente non tutti sanno che lo storico leader dei Queen non era nato in Inghilterra, ma nell’isola di Zanzibar: all’ospedale della capitale Stone Town. Casa sua, invece, si trova all’incrocio tra Kenyatta Road Gizenga Street, nel centro storico del paese. In quella città ci rimase ben poco, fino all’età di 8 anni, accudito dalla madre (di origini persiane) e dal padre (nativo della penisola indiana).

Farrokh, però, non ha mai amato ed accettato il suo vero nome, tanto da trasformarlo presto in Freddie. Ovviamente ciò non piacque troppo ai genitori, ma col tempo impararono ad accettarlo. Ancora oggi il frontman dei Queen, così come la sua band, è amato ed idolatrato un po’ in tutto il mondo. Tutto il mondo tranne a Zanzibar si intende. Molti visitatori, infatti, si sono recati nell’isola e hanno notato una sorta di rifiuto verso quella figura, quasi come se volessero dimenticarla.



Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)