gtag('config', 'UA-102787715-1');

Freddie Mercury, la sua prima fidanzata: “Mi supplicò di non lasciarlo”

La figura di Freddie Mercury è sempre associata a due grandi relazioni. Oltre a Jim Hutton – il compagno con il quale il cantante dei Queen visse fino alla fine dei suoi giorni – ovviamente Mary Austin. La donna più importante per Freddie, la Musa che ispirò il brano capolavoro Love of my Life. Nella storiografia musicale, la Austin è riuscita a mettere in ombra qualsiasi altra relazione il frontman abbia mai avuto. Eppure non è stata l’unica donna di Mercury. Un’altra – prima di lei – fu di fatto così importante che il cantante dei Queen la supplicò di non lasciarlo.

FREDDIE MERCURY, MARY AUSTIN E L’OMOSESSUALITA’

Tutti conoscono la storia d’amore tra Freddie Mercury e Mary Austin. E anche chi non la conoscesse ha potuto ammirarla sul grande schermo grazie al biopic sui Queen, Bohemian Rhapsody. I due sono rimasti insieme per sei anni, prima che il cantante rivelasse alla donna di essere omosessuale. Un amore tuttavia, che si convertì in straordinaria amicizia e li fece restare uniti fino alla tragica scomparsa di Mercury – il 24 Novembre 1991.

Sebbene si creda generalmente che Freddie Mercury abbia iniziato a esplorare e porsi domande sulla propria sessualità nel corso degli anni ’70, in realtà tali dubbi lo attanagliavano da molto prima. A rivelarlo è un’altra donna, la prima fidanzata del cantante dei Queen, Rose Pearson.

ROSE PEARSON, CHI E’ LA PRIMA FIDANZATA DI FREDDIE MERCURY

Prima di innamorarsi di Mary Austin, Freddie Mercury si legò ad un’altra donna: Rose Pearson. I due si erano conosciuti al corso di Arte dell’Ealing College nei tardi anni ’60. In un documentario per Channel 5 la donna – rimasta nell’anonimato per molti anni – ha rivelato il motivo della rottura con il frontman.

“Credo di essere stata la prima ragazza di Freddie. Avevamo una relazione fisica ed era un amante molto appassionato – ha detto la Pearson – era diverso. Mi piaceva il fatto che fosse in qualche modo sempre occupato con qualche attività creativa”. Rose e Freddie frequentano dunque il corso di Arte assieme, ma il ragazzo sembra molto più interessato alla musica. “Non sapevo che sarebbe diventato un cantante all’epoca. Ma avevo il sospetto che avrebbe potuto. […] Non studiava molto. Cantava tutto il tempo”. 

ROSE PEARSON: “ECCO PERCHE’ MI SONO INNAMORATA DI FREDDIE”

“Era carismatico, si vestiva in modo esorbitante – qualche volta in pantaloncini, senza maglietta e con una pelliccia – ed era determinato a diventare un cantante. Era un clown, era divertente stargli attorno”. Queste le parole con le quali Rose Pearson – la prima fidanzata di Freddie Mercury – ricorda il cantante dei Queen. “Era anche la persona più coraggiosa che io avessi mai conosciuto”. 

ROSE PEARSON E FREDDIE MERCURY, UNA STORIA D’AMORE TRAVAGLIATA

Sebbene la storiografia tenda a post-datare i fatti, la curiosità omosessuale di Freddie Mercury inizia già negli anni ’60. Rose Pearson – la sua prima ragazza – lo ricorda bene. “Quando ero con lui a tarda notte, qualche volta, era dolce e tenero. Poi diceva “Chissà come sarebbe con un uomo”. Questi pensieri iniziano a turbare Rose, che perde a poco a poco la fiducia in se stessa. “Sentivo che non ero abbastanza per lui”.

Rose Pearson all’epoca, frequenta un circolo di omosessuali tra cui il regista Derek Jarman e l’artista David Hockney. Sebbene Freddie sia smanioso di conoscerli, la ragazza sente che se succedesse, lo perderebbe. Alla fine, con il passare del tempo, la curiosità del cantante dei Queen diventa troppo forte per essere ignorata e Rose lo lascia. A differenza di Mary però, lo elimina totalmente dalla sua vita. “E’ stato orribile. Mi ha supplicato di rimanere, mi ha detto che non capiva – ha continuato a svelare la Pearson – sapevo che non avrei potuto sopportare di essergli solo amica. […] Quindi è dovuta finire”. 

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.