gtag('config', 'UA-102787715-1');

Joe Satriani ha rivelato qual è la sua chitarra preferita e che non venderebbe mai

Se si parla di chitarristi che hanno fatto la storia non si può certamente fare a meno di citare Joe Satriani, che rappresenta una delle entità artistiche che più ha ottenuto successo e che, soprattutto, ha fatto la storia con il suo strumento. Come per tutti i chitarristi, chiedere a David Gilmour per avere una conferma, capita il momento nella propria vita in cui si cambia chitarra o se ne mette all’asta una: eppure, per Joe Satriani c’è una chitarra che non può essere assolutamente sostituita, oltre che una chitarra preferita. Di quali si tratta?

Qual è la chitarra preferita di Joe Satriani?

Nel parlare della sua chitarra preferita, Joe Satriani ha raccontato la storia dello strumento che più ha amato nel corso della sua carriera, nonostante si sia servito di una strumentazione tutt’altro che irrilevante: “[Nel parlare della Fender Esquire del 1958] Questo è il mio (strumento) preferito. Non mi sbarazzerò mai di questa chitarra. Chris Kelly, che lavorava all’Ibanez, l’ha trovata per me nel ’92, credo. Un giorno mi ha chiamato e ha detto: ‘Ho trovato questa Esquire. Devi averla!’ E l’ho acquistata per telefono, prima che esistessero Reverb, eBay e cose del genere. [Ride]. L’ho usata subito con l’album “The Extremist” [1992], e nel corso degli anni è stata in quasi tutti gli album. L’ho usata pulita, sporca, con slide, per accordi di potenza… È una chitarra bellissima, è stato come se lo strumento fosse stato fatto personalmente per me. Non so come l’hanno fatto nel 1958!”

Qual è la chitarra che Joe Satriani non venderebbe mai?

Nonostante la chitarra preferita di Joe Satriani sia la Fender Esquire del 1958, di cui ha parlato con tanto affetto, non si tratta della chitarra che non venderebbe mai. Di recente il chitarrista è stato protagonista di un’asta piuttosto importante, che ha ricordato quella in cui David Gilmour ha messo in vendita la sua intera strumentazione. Eppure, nonostante tutto, c’è una chitarra – la Gibson Les Paul Custom del 1969 – che non venderebbe mai.

Così ha spiegato Joe Satriani: “Ho avuto questo sogno di trovare quella perfetta Les Paul Custom per molto tempo, e mi ha sempre eluso. Ma ho raccolto questa e la mia mano si è innamorata dello strumento. E ha quel suono strano da Les Paul Custom. Non so perché suonino così unicamente, ma semplicemente non suonano come le normali Les Paul. Abbiamo fatto qualcosa di folle con essa: abbiamo tirato fuori i pickup originali, li abbiamo messi al sicuro in una scatola, e poi tecnico di chitarra di lunga data] Gary Brawer ha messo un [DiMarzio] Fred nel collo e un [DiMarzio] Satchur8 nel bridge e abbiamo eseguito il cablaggio completo di Jimmy Page. La chitarra suona alla grande. Ho finito per usarla nel nuovo album di” Falling Stars “e” Here the Blue River.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.