25 February, 2021, 16:43

Kiss, Gene Simmons: “il rock è morto ed è tutta colpa dei giovani”

Chaim Witz, meglio noto come Gene Simmons, non ha mai avuto troppi peli su quella sua lingua lunga e ruvida. Il bassista e co-fondatore dei Kiss, infatti, ha sempre espresso apertamente la sua opinione, senza mai badare troppo alle conseguenze. Recentemente, ad esempio, Gene Simmons è tornato a parlare della scena rock e di come questa stia morendo a causa dei… giovani!

Kiss, Gene Simmons: “il rock è morto ed è tutta colpa dei giovani”

Secondo Gene Simmons dei Kiss il rock è ormai morto e la colpa è da assegnare solo ed unicamente ai giovani. Intervistato di recente dalla radio di New York Q104.3, il co-fondatore dei Kiss è tornato a parlare della situazione attuale del rock. Stando alle parole del bassista, questo genere è giunto ormai al capolinea e, la colpa, è solo ed unicamente dei giovani:

“I colpevoli di tutto ciò sono solo ed unicamente i giovani. Sono stati loro ad uccidere la cosa che amavano di più. Questo perchè -appena è sbarcato lo streaming- hanno tolto la possibilità a qualsiasi future grandi band di emergere. Queste persone ora non possono lasciare il loro effettivo lavoro quotidiano perchè ormai con la musica attuale non si guadagna più un centesimo. Si guadagna circa un centesimo per ascolto: ciò significa che dovresti fare milioni e milioni di ascolti per poter guadagnare qualcosa.”

Il problema delle piattaforme in streaming

Insomma, stando alle parole del co-fondatore dei Kiss pare proprio che il rock stia vivendo uno dei periodi più brutti della storia e, la colpa, è da assegnare ai giovani e alle piattaforme in streaming dall’ascolto facile.

“I prossimi Beatles, i prossimi Rolling Stones non avranno mai la possibilità di emergere -continua Simmons- questi gruppi non avranno la nostra stessa fortuna. Con noi c’erano le case discografiche che stanziavano milioni di dollari per poter fare dischi e tour. Si certo, oggi ad esempio ci sono i Foo Fighters, ma stiamo comunque parlando di una band nata oltre vent’anni fa. Diciamo quindi che bisognerebbe tornare indietro di 50 anni, quando la scena rock era dominata dai Beatles, dai Rolling Stones, da Elvis Presley, Jimi Hendrix, David Bowie e Prince, dagli U2, dai Metallica, dagli AC/DC e, naturalmente, dai Kiss.”

Secondo Gene Simmons, infine, gruppi del genere non nasceranno mai più e, soprattutto, le band di oggi non sono nemmeno lontanamente paragonabili a quelle del passato.

“Dubito fortemente che in futuro potranno nascere band simili ai Beatles. Loro erano capaci di fare tutto. Si occupavano degli arrangiamenti, delle basi, degli alti e dei bassi. Niente basi pre-registrate, nessuno aiuto digitale: niente di tutto ciò.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)