23 January, 2021, 14:35

Le 5 migliori canzoni dei Queen non cantate da Freddie Mercury

Freddie Mercury è stato -e sarà sempre, nonostante l’approdo di Adam Lambert nella formazione- la vera anima dei Queen. Stiamo parlando, naturalmente, di uno dei più grandi e carismatici frontman che la storia della musica abbia mai conosciuto: un vero e proprio animale da palcoscenico. Nato da una famiglia di origine parse, il piccolo Farrokh Bulsara svilupperà una straordinaria propensione per la musica e, pian piano, completerà la sua trasformazione in Freddie Mercury: il più grande frontman della storia del rock. Oggi vogliamo però andare controcorrente e vogliamo presentarvi infatti le 5 migliori canzoni dei Queen non cantate da Freddie Mercury. Forse non tutti lo sanno, ma anche Roger Taylor, John Deacon e Brian May se la cavano piuttosto bene con la stesura dei brani e, alla fine, hanno avuto anche modo di mettere la firma su qualche pezzo speciale.

Le 5 canzoni dei Queen non cantante da Freddie Mercury: I’m in Love With My Car

Ecco, I’m in Love With My Car è un chiaro esempio di quello che dicevamo. Lato B dell’iconica Bohemian Rhapsody, I’m in Love With My Car è estratta dall’album A Night at the Opera e, soprattutto, non è cantata dal leader Freddie Mercury, bensì da Roger Taylor.

Some Day One Day

Lo stesso discorso vale anche per Some Day One Day. Certo, ci sembra strano ascoltare una canzone dei Queen e non udire la magica voce di Freddie Mercury, ma dobbiamo ammettere che ogni componente del gruppo aveva delle strabilianti doti canore. In questo caso a cimentarsi è il chitarrista Brian May.

Drowse

Estratta dal quinto album in studio A Day at the Races, Drowse ripercorre un po’ quella che è stata l’età d’oro del glam rock e riflette anche quella che è stata la giovinezza di Roger Taylor. I suoi pensieri, naturalmente già erano rivolti al rock: “Penso che un giorno sarò Clint Eastwood, Jimi Hendrix mi sembra buono – Proviamo William il Conquistatore”.

’39

Questo pezzo riflette tutta la passione di Brian May per la scienza. La canzone parla infatti del viaggio di un gruppo di esploratori spaziali che, pensando di star via per un anno, al ritorno sulla Terra si rendono conto che ne sono passati quasi cento. La canzone è cantata interamente da May mentre Mercury e Taylor si sono occupati dei cori.

Tenement Funster

Veniamo ora all’ultimo brano di questa speciale classifica delle 5 migliori canzoni dei Queen non cantate da Freddie Mercury: Tenement Funster, estratto dall’album Sheer Heart Attack. Qui Roger Taylor si prende gioco di tutti coloro che non amano il rock e, soprattutto, dimostra di aver delle immense qualità non solo come batterista.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)