gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, perché la band fu bandita dall’Edgewater Hotel nel 1969?

Led Zeppelin sono stati protagonisti di episodi controversi a più riprese. Un chiaro esempio risale al 1969, anno in cui la band britannica fu cacciata da un albergo di Seattle per motivazioni davvero molto particolari. Scopriamo insieme cosa accadde in quello strano 28 luglio, durante il quale la band di Robert PlantJimmy Page si divertì insieme ad un altro gruppo locale con risultati sorprendenti.

La leggenda dello squalo

Tra le leggende metropolitane che hanno dato più pepe alla storia del rock, il cosiddetto incidente dello squalo è senz’altro tra i più noti e discussi. Un episodio del genere è stato persino citato da Frank Zappa nel brano Mud Shark. Tutto è accaduto in occasione di una serata trascorsa dai Led Zeppelin insieme ad una band newyorchese, i Vanilla Fudge. I due complessi stavano portando avanti un tour congiunto negli Stati Uniti, quando si sono ritrovati all’interno dell’hotel Edgewater Inn di Seattle. In pratica, in una camera nella quale erano presenti entrambe le band, una groupie avrebbe simulato un atto sessuale con una pinna di squalo.

Le mille voci sull’aneddoto riguardante i Led Zeppelin

Cosa è davvero accaduto in quella stanza? Non lo sapremo mai in maniera assoluta. Il manager dell’epoca degli Zeppelin, Richard Cole, affermò che l’evento era stato molto meno folle di quanto si potesse immaginare. Secondo la sua versione, lo storico batterista della band John Bonham avrebbe appoggiato il muso di un animale simile ad un dentice sulla vagina di una fan, con un video che testimonierebbe il fatto. Secondo quanto affermato dal batterista Carmine Appice, invece, la storia sarebbe andata ben diversamente.

Gli incontri tra Carmine Appice e la ragazza dai capelli rossi

Carmine Appice, ai tempi del fatto, era il batterista dei Vanilla Fudge e veniva considerato come “un cattivo ragazzo”, così come altri musicisti del complesso di Rod Stewart con il quale lui lavorò per molto tempo. In quella particolare serata, lui era nella camera di John Paul Jones insieme ad un compagno di team, a Robert Plant e a sua moglie, mentre stavano fumando una canna. Bussò alla porta una bella ragazza dai capelli rossi, con la quale Appice si era visto il giorno prima in un incontro molto intimo. La fan, ben poco lucida, chiese di girare un piccolo film e di esserne protagonista. Carmine, messo peggio di lei, si spostò verso la stanza di John Bonham e della moglie, con altri due membri dello staff dei Led Zeppelin che stavano pescando.

Il bizzarro film con protagonista la fan

Nel giro di pochi minuti, all’interno della stanza di Appice la scena divenne molto strana. Entrarono anche Bonham, Cole, l’altro collega Mark Stein e i due membri dello staff. Bonham e Cole dissero alla ragazza di spogliarsi e la gettarono sul letto, poi qualcuno prese un piccolo squalo dalla vasca da bagno. La sua coda venne utilizzata per frustare la groupie, per poi essere utilizzato in circostanze alquanto equivoche. La ragazza fu poi ancora umiliata dai membri delle due band, con il disgusto di Jones. Non si è mai saputa l’identità della fan, che secondo Appice non sarebbe stata neanche del tutto consenziente. Dopo diverso tempo, Carmine riferì di aver ricevuto una telefonata dalla stessa ragazza, che gli disse di essersene andata in Alaska e di aver messo su famiglia.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)