gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pearl Jam, i segreti dell’MTV Unplugged della band di Eddie Vedder

MTV ha rovinato l’iconico concerto MTV Unplugged dei Pearl Jam, ve lo ricordate? L’MTV Unplugged dei Pearl Jam è il peggior Unplugged di sempre? Secondo molti critici sì, secondo noi no. Era il lontano 1992 e la band, bisogna dirlo sinceramente, non era stata così brillante. La band di Eddie Vedder ha avuto diversi problemi quel 16 marzo del 1992, tre giorni dopo l’ultima data del loro tour europeo di esordio. Il gruppo andò ai Kaufman Astoria Studios di New York per registrare il loro concerto, il celeberrimo MTV Unplugged. Pensate che all’epoca la band aveva pubblicato un singolo solo tratto dal loro album di debutto, Ten, del 1991. La band era riuscita ad avere un certo successo con quell’album.

Gli inconvenienti di quel concerto

MTV decise allora di chiamare la band di Eddie Vedder per organizzare con loro l’Unplugged. Si trovarono il 16 marzo del 1992 e quelle circostanze furono decisamente particolari. In quello stesso giorno altri due artisti stavano registrano il loro concerto Unplugged e questi erano Mariah Carey e Boyz II Men. I Pearl Jam furono quindi chiamati a tardissima notte, a mezzanotte circa, per risparmiare sui costi di produzione. Inutile dire che quel concerto, trasmesso poi quasi due mesi dopo, ebbe un successo incredibile tra i fan e tra tutti coloro che avevano visto il concerto in televisione.

La decisione di iniziare con un altro brano per colpa di MTV

Secondo la biografia dei Pearl Jam “Not For You: Pearl Jam And The Present Tense” però non era tutto oro ciò che luccicava. Pare infatti che la band avesse avuto qualche problema. Il gruppo aveva infatti registrato i pezzi direttamente sul nastro ma erano usciti dei gravissimi inconvenienti. In poche parole il nastro si era esaurito e quindi la band aveva avuto tantissimi problemi a rifare da zero le canzoni. Tra le altre cose, i Pearl Jam volevano iniziare il concerto con la loro storica canzone d’apertura, ovvero Even Flow, ma MTV non era d’accordo. L’emittente televisiva decise di inserire un altro brano di esordio, ovvero Jeremy in Alive, e con un abile lavoro in postproduzione aveva spostato Even Flow.

I problemi tecnici e la cover che nessuno ha mai sentito

La band aveva deciso di chiudere definitivamente quel meraviglioso concerto acustico con una cover. Si trattava di Rockin ‘In The Free World di Neil Young, un pezzo davvero eterno e splendido. MTV non ascoltò per nulla la band di Eddie Vedder e anzi decise di eliminarla definitivamente dal programma televisivo. Ciò che molti criticano di quell’MTV Unplugged è il fatto che i pezzi suonati mancano un po’ di anima e di sicurezza. La band ebbe grossi problemi con gli amplificatori che rendevano tutto abbastanza piatto, non aggressivo e molto poco pomposo. La colpa non fu certamente loro, ma del sistema tecnico.

La prossima riedizione dell’MTV Unplugged dei Pearl Jam

Il concerto integrale all’MTV Unplugged dei Pearl Jam sarà rilasciato il 23 ottobre per celebrare il 30° anniversario del gruppo. Purtroppo i fan si dovranno rassegnare perché il disco non conterrà la loro cover di Rockin ‘In The Free World di Neil Young.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.