Hey Jude, successo Beatles, a chi è dedicata la canzone

Perchè Hey Jude dei Beatles è considerata un capolavoro?

Se si pensa a John Lennon, Paul McCartney e i Beatles le prime canzoni che vengono in mente sono indicative della loro celebrità: Yesterday, Hey Jude, Imagine e tanti altri capolavori che hanno fatto la storia della musica per la loro importanza e il loro significato, oltre che per la loro bellezza. A proposito di uno di questi brani, Hey Jude, la data del 26 luglio è di grandissima importanza: era il 26 luglio del 1968 quando, infatti, John Lennon e Paul McCartney completarono il testo di questa canzone. Ma perchè Hey Jude è considerata un capolavoro e ha avuto così tanto successo nonostante fosse completamente antitetica rispetto agli standard del tempo?

A chi è dedicata Hey Jude dei Beatles?

Uno dei tanti motivi che ha portato Hey Jude ad essere apprezzata è l’intrigo che si cela dietro la dedica della canzone stessa, che ha generato quel segreto perdurato diversi anni. Per capire a chi sia dedicata la canzone dei Beatles bisogna conoscere la storia della canzone stessa, che Paul McCartney scrisse per Julian, il figlio di John Lennon turbato dal divorzio del padre con Cynthia Powell. 

Julian Lennon scoprì che la canzone era dedicata a lui soltanto anni dopo la sua pubblicazione, e fu molto felice della dedica che Paul McCartney gli fosse stato così vicino nel corso degli anni. Nonostante ciò, anche John Lennon pensò che la canzone fosse dedicata a lui: «Se ci pensi … Yoko era appena arrivata. Lui mi stava dicendo: “Hey, Jude – Hey, John”. So di sembrare uno di quei nostri fan che vuole interpretare il significato nascosto dei nostri testi, ma è possibile sentirla come una canzone dedicata a me … Inconsciamente, stava dicendo: Vai avanti per la tua strada, lasciami. Razionalmente, invece non voleva lasciarmi andare.»

Perchè Hey Jude è diventata così celebre?

Il motivo fondamentale che ha portato Hey Jude a diventare celebre è, paradossalmente, la sua semplicità: l’armonia della canzone si regge su tre accordi maggiori (I, IV e V della scala di riferimento, Fa) e su una melodia che la rende iconica e molto riconoscibile.

Nonostante questa canzone fosse stata realizzata nel periodo in cui i Beatles erano ormai lontani dai concerti, e si concentravano prevalentemente nelle registrazioni in studio, la canzone è stata un marchio di fabbrica di ogni concerto dal vivo: non soltanto lo stesso Paul McCartney l’ha esibita molte volte dal vivo, ma la canzone è stata anche oggetto di numerosissime cover.

Il successo di Hey Jude dei Beatles

Il successo di Hey Jude dei Beatles è stato incredibile, nonostante la durata della canzone (oltre 7 minuti) fosse completamente antitetica rispetto alla maggior parte dei celebri singoli dell’epoca. Il brano riuscì a permanere nelle classifiche di vendita britanniche e statunitensi per oltre 16 settimane, seguendo il successo dell’album – che contiene anche il singolo Revolution – che spopolò nel Regno Unito e negli Stati Uniti. 

Il brano arrivò primo anche in Germania, Svizzera, Austria; Danimarca, Francia per tre settimane, Irlanda, Nuova Zelanda, Spagna, Svezia e Yugoslavia, con il successo che non mancò neanche in Italia.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.