gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, David Gilmour e la canzone che avrebbe voluto scrivere

David Gilmour, ex chitarrista dei Pink Floyd, è senza dubbio uno dei musicisti più abili del pianeta, non tanto tecnicamente (anche se non si tratta certo di uno scarpone). Ha sempre avuto una penna molto ispirata ma anche lui ha avuto delle ispirazioni nella sua vita personale e da musicista. In realtà nessun chitarrista, bassista, batterista, vocalist o pianista è nato imparato da solo, ma ha sempre avuto degli idoli, degli artisti da cui prendere ispirazione. Ovviamente, anche David Gilmour fa parte di questi baldi giovani che vorrebbero aver scritto il loro pezzo preferito, ma si devono accontentare di aver scritto brani leggendari per altri musicisti in erba. Vediamo la canzone che avrebbe voluto scrivere.

Gli inizi di David Gilmour

David Gilmour non era un membro fondatore dei Pink Floyd, ma il gruppo ha accolto il chitarrista in sostituzione del loro cantante e fondatore Syd Barrett. Inizialmente, David Gilmour aveva rilevato le parti di chitarra ed era stato assunto principalmente per motivi tecnici e per dare ordine al gruppo dal vivo. Ben presto, però, Gilmour si trovò di fronte a Roger Waters, Nick Mason alla batteria e Richard Wright alla tastiera e il suo carattere forte lo fece imporre. Decise così di fare anche il cantante, insieme a Roger Waters, in diversi pezzi del gruppo, scrivendo anche arrangiamenti. Il resto è storia.

Il brano è…

La sua influenza nei Pink Floyd è stata importante, ha fatto evolvere il gruppo e li ha aiutati a diventare una delle band più venerate di tutti i tempi. Ma quale è la canzone che avrebbe voluto scrivere? David Gilmour ha parlato di questo brano in diverse occasioni, facendo la sua prima ammissione quando era apparso nel programma Desert Island Discs della BBC nel 2003. Aveva detto che il brano che avrebbe voluto scrivere è “Waterloo Sunset” dei Kinks. Ha detto: “Su una bella spiaggia calda, ascoltare questo brano in un tramonto da qualche altra parte e dimenticarsi di Londra sarebbe stato un momento meraviglioso”.

Spendido pezzo che ha ispirato

Ha anche detto che i Kinks hanno avuto un ruolo fondamentale nell’ispirare “Fat Old Sun”, brano tratto dall’album del 1970 dei Pink Floyd Atom Heart Mother. Ha ammesso: “Ricordo, pensando in quel momento, ‘A cosa è ispirato quello che ho suonato? Sono sicuro che sia dei Kinks o di qualcun’altra. Ma da quando è nato il brano, forse nel 1968, ’69 nessuno mi ha mai detto: “È esattamente così come loro. È un bel testo, ne sono molto contento. Per me, la canzone pop perfetta è proprio ‘Waterloo Sunset’ dei Kinks. Mi sarebbe piaciuto scriverla”.

Staccare da tutto

“Waterloo Sunset” è una delle canzoni più famose del gruppo tanto che riesce spesso a trasportare gli ascoltatori in un modo magico. Ricorda un po’, come sensazione scaturita, quella che moltissimi americani provano quando ascoltano Sweet Home Alabama. In questa occasione, Gilmour si è sentito trasportato nel glorioso paesaggio e tramonto estivo di Londra e non c’era niente di meglio di così per lui. Pensate poi al bisogno di Gilmour di staccare un po’ la spina negli anni Settanta, periodo in cui lui e i Pink Floyd erano simboli di controcultura musicale.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.