gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che un giovanissimo Robert Plant ‘rischiò’ di entrare negli Who

Robert Plant, nato il 20 agosto del 1948 a West Bromwich, è conosciuto soprattutto per essere lo storico frontman dei Led Zeppelin. Quello che forse non sapete è che, quando era appena un diciassettenne, Robert Plant ‘rischiò’ seriamente di diventare il frontman di un’altra storia rock band britannica: gli Who.

Le tensioni tra i membri degli Who

Conoscerete sicuramente gli Who, storica rock band londinese. Formata da Pete Townshend, Roger Daltrey, John Entwistle e Keith Moon, la formazione britannica ha scritto pagine indelebili nella storia della musica, raggiungendo un successo clamoroso e arrivando a vendere milioni e milioni di copie nel mondo. Il merito, naturalmente, è da attribuire anche e soprattutto al disco d’esordio della band: “My Generation” e all’omonimo singolo estratto.

Successi e fama a parte, la band londinese ha avuto in verità una carriera non facile. Una carriera fatta di incomprensioni, battaglie, lotte e morti (come quella del batterista Keith Moon, venuto a mancare l’otto dicembre del 1978). E, tra le tante leggende che girano intorno agli Who, c’è anche una che ha come protagonista un giovane Robert Plant.

Per analizzare questa storia, però, è necessario fare un passo indietro e partire dall’inizio. Come abbiamo già anticipato, nella carriera della band britannica i litigi, causati spesso da divergenze musicali, erano all’ordine del giorno. Nel 1966, poi, ci fu la goccia che fece traboccare il vaso: Roger Daltrey e Keith Moon se ne dissero di tutti i colori e il vocalist pensò seriamente di abbandonare il progetto.

Quella volta che un giovanissimo Robert Plant ‘rischiò’ di entrare negli Who

Il frontman degli Who, infatti, era stanco dell’atteggiamento irriverente di Moon e dei suoi continui sbagli e pensò bene di lasciare la band. La formazione britannica, naturalmente, non poteva restare a lungo senza frontman e, se da una parte i membri cercarono di convincere Daltrey a restare, dall’altra già erano alla ricerca di una nuova voce. In cima alla lista dei possibili candidati, poi, c’era un certo Robert Plant. Un giovanissimo e talentuoso Robert Plant.

Bisogna però guardare anche l’altro lato della medaglia: gli Who iniziarono presto a notare che ‘My Generation’ era in cima a quasi tutte le classifiche e che, il successo, cominciava finalmente a farsi vivo. Le tensioni cominciarono piano piano a scemare e la situazione a ristabilirsi. Buttare tutto all’aria per una serie di litigi era davvero eccessivo e questo lo sapeva benissimo anche Daltrey che, alla fine, si convinse a fare un passo indietro e ritornare nella band. Probabilmente se questa storia non fosse andata così, oggi staremo parlando di Robert Plant come ‘frontman degli who’.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)