R3M
LIVE

Il brano dei Led Zeppelin che ha ispirato Eddie Van Halen per la sua singolare tecnica del tapping

Nonostante siano passati quasi due anni dalla scomparsa dell’iconico Eddie Van Halen, il suo ricordo resta ancora impresso nei cuori dei tantissimi appassionati di rock. Deceduto il 6 ottobre del 2020 presso il St. Johns Hospital di Santa Monica, il frontman e co-fondatore dell’omonimo gruppo è stato uno dei più grandi ed influenti chitarristi della storia della musica ed è conosciuto soprattutto per aver perfezionato la cosiddetta tecnica del tapping. In questo articolo ci soffermeremo proprio su questa singolare tecnica, cercando di capire da dove l’ha ereditata il leggendario Eddie Van Halen.

Eddie Van Halen: il precursore della tecnica del tapping

Se c’è una tecnica per la quale Eddie Van Halen sarà ricordato per sempre è sicuramente quella del tapping, nonostante non sia esattamente lui l’inventore. Questa singolare tecnica è stata infatti sperimentata inizialmente da Harvey Mandel e Steve Hackett -chitarrista dei Genesis– ed è infatti presente nell’album del 1971 ‘Nursery Cryme‘. Naturalmente la fortuna di Eddie Van Halen è stata quella di perfezionare tale tecnica e, soprattutto, di averla mostrata ad una generazione completamente nuova di discepoli del rock e dell’heavy metal.

Jimmy Page e l’assolo di “Heartbreaker”

Resta ora da capire chi abbia influenzato Eddie Van Halen a toccare per la prima volta la chitarra in quel modo. La risposta è molto semplice: Jimmy Page. Van Halen ha infatti raccontato -in una vecchia intervista per Guitar Hero- di aver visto i Led Zeppelin suonare dal vivo negli anni settanta:

“Penso di aver avuto l’idea del tapping guardando Jimmy Page eseguire l’assolo di ‘Heartbreaker’ nel 1971. Stava facendo un pull-off su una corda aperta e ho pensato: ‘aspetta un attimo, spago aperto… stacca. Posso farlo a modo mio.”

“photo by Alan Light”

Gli inventori della tecnica del tapping

George Lynch -chitarrista dei Dokken- in un’intervista ha affermato che sia lui che Eddie Van Halen avevano visto Harvey Mandel utilizzare la tecnica del tapping durante uno show in California negli anni settanta. Secondo il fondatore dei Van Halen, invece, è stato proprio Page a dargli la giusta ispirazione per la sua singolare versione del tapping che perfettamente si adatta al suo stile musicale. Il tapping naturalmente esisteva già, Eddie Van Halen l’ha però reso immortale.

Dai uno sguardo alla performance del 1973 di ‘Heartbreaker‘ dei Led Zeppelin al Forum di Los Angeles, il brano che ha ispirato Eddie Van Halen per la sua singolare versione della tecnica del tapping:

Articoli correlati

Condividi