R3M
LIVE

Perché i sintetizzatori vennero proibiti nel 1982?

Il progresso e la rivoluzione hanno sempre dettato cambiamenti e spesso messo anche l’uomo a disagio, ma perché tutto questo a che fare con dei sintonizzatori? Dalla stampa all’automobile, l’andare avanti ha quasi sempre apportato dei benefici ma, quando qualcosa andava storto, c’era – e c’è- sempre la tendenza a prendersela con l’oggetto della questione. Ecco perché nel 1982 venne avanzata la proposta di rendere illegali i sintetizzatori.

Sintetizzatori sì o sintetizzatori no?

In questo momento molti si staranno chiedendo qual è il problema e perché i sintetizzatori dovrebbero essere proibiti. Effettivamente la questione è un po’ ostica, poiché riguarda una piccola parentesi della storia della musica, che sta destato un certo squilibrio creando una sorta di effetto domino.

Barry Manilow

E’ il 1982 e il musicista sopra citato decide di andare in tournée, ma… non con la sua orchestra con la quale aveva sempre lavorato, bensì con una selezione di suonatori di sintetizzatori. Proprio così: l’operato umano viene ancora una volta soppresso da quello della macchina, il che non è sempre un aiuto. Il problema non fu tanto questo, quanto la reazione generale. Quando la MU ha saputo della decisione, i suoi membri hanno iniziato a chiedere il divieto assoluto dei sintetizzatori per proteggere il lavoro dei suonatori di archi. Posizione più che nobile, ma come l’hanno pensata il resto dei musicisti?

L’indignazione generale

Non certo bene, visto che se in quel caso sarebbe stata un’offesa quasi verso l’orchestra e il lavoro e lo studio del corpo dei musicisti, in altre situazioni ciò avrebbe recato disagio e malcontento, cosa che effettivamente avvenne. Nel maggio 1982, il sindacato approvò la mozione, provocando indignazione nella comunità musicale. Pochi erano più sconvolti degli stessi musicisti di sintetizzatori, che decisero di formare un’organizzazione rivale chiamata Union of Sound Synthesists.

Per fortuna la MU si rese conto, solo anni dopo però che forse la minaccia non era da considerare così terribile e ingestibile, per cui nel 1985, viene tolto il divieto e si dà nuovamente il via alla musica amplificata.

Articoli correlati

Condividi