Layla: storia di una canzone di amore, amicizia e tradimento

Uno dei capolavori di Eric Clapton, entrato di diritto nella storia del rock, è sicuramente Layla, ma forse non tutti conoscono la storia che si cela dietro al brano.

La storia di Layla: l’amicizia tra Eric Clapton, Pattie Boyd e George Harrison

Forse non tutti sono a conoscenza del triangolo amoroso tra “Slowhand”, Pattie Boyd e George Harrison. Per chiarire le cose, è bene fare un salto indietro nel tempo. Clapton ha incontrato i Beatles per la prima volta nel 1964, stringendo una forte amicizia con George Harrison, il quale aveva conosciuto Pattie un anno prima, durante le riprese del primo film della band, “A Hard Day’s Night”.

I due convoleranno a nozze nel 1966, e il matrimonio durerà fino al 1977, sebbene la separazione fosse avvenuta già da tre anni . L’amicizia tra Clapton e Harrison è forte a tal punto che il primo sarà invitato a suonare l’assolo di chitarra in “While My Guitar Gently Weeps”, brano composto da Harrison e contenuto nel “White Album”. Eric Clapton è stato, così, il primo artista a suonare in un disco dei Beatles: proprio in questo periodo Slowhand capì di essere innamorato della moglie dell’amico.

Le canzoni dedicate a Pattie Boyd: da Layla a Wonderful Tonight

Eric Clapton ha inciso “Layla” nel 1970 con i “Derek and The Dominos”, gruppo di cui faceva parte all’epoca. La canzone è ovviamente dedicata a Pattie Boyd che, al momento della registrazione del singolo, non ricambiava l’amore del musicista. Ma questa non è l’unica canzone dedicata alla Boyd dall’artista; del 1977 è infatti “Wonderful Tonight”, composta mentre Clapton aspettava Pattie sotto casa, in attesa di andare ad una festa organizzata da Paul e Linda McCartney in onore di Buddy Holly, il 7 settembre 1976.

Naturalmente, anche Harrison dedicò canzoni alla Boyd, tra cui la poco conosciuta “I Need You”,contenuta nell’album “Help” del 1965, e la celebre “Something”, contenuta nell’album “Abbey Road” del 1969.

La leggenda di Majnun e Leylà che ha ispirato Eric Clapton

“Slowhand” venne a conoscenza della storia “Majnun e Leylà” da un’amico che si stava convertendo all’Islam. Il racconto parlava di una principessa, costretta da suo padre a sposare un’uomo diverso da quello che era perdutamente innamorato di lei, causando la pazzia di quest’ultimo. Questo racconto fece molta presa su Clapton, che associò la storia al suo rapporto con Pattie.

La canzone ebbe scarso successo al suo rilascio, ma riuscì ad arrivare in vetta alle classifiche nel 1982, quando venne ripubblicata.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.