R3M
LIVE

Ecco perché a Mick Jagger non piacciono gli Oasis

Sappiamo tutti che ognuno ha i suoi gusti e su questo nessuno può obiettare. Tuttavia sappiamo anche quanto sia interessante scoprire i gusti delle rockstar. Sguazziamo nelle rivalità tra band con una buona dose di sadismo, senz’altro, e ci piace sapere cosa l’una pensa dell’altra. Sicuramente la più grande rivalità della storia del rock è quella fra Beatles e Rolling Stones, ma incredibilmente le due band sono accomunate da una certa antipatia nei confronti di un altro gruppo, gli Oasis. Mick Jagger in particolar modo non ama le star del britpop.

I Beatles prendono in giro gli Oasis

È proprio così, almeno per quanto concerne due membri dei Beatles, gli Oasis non erano molto apprezzati dalla band. La musica manca di profondità, e il cantante Liam è una sofferenza, il resto della band non ha bisogno di lui disse addirittura George Harrison, mentre Paul McCartney ha aggiunto:

Sono derivativi e pensano troppo a se stessi. Non significano niente per me.

Tacciando quindi gli Oasis di mancanza di originalità. Queste dichiarazioni furono tutto sommato alquanto scherzose.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mick Jagger (@mickjagger)

Perché a Mick Jagger non piacciono gli Oasis

Il frontman dei Rolling Stones invece è stato un po’ più serio anche se meno severo. In un’intervista con Absolute Radio nel 2010, Jagger ha spiegato che il suo problema principale con gli Oasis è la loro immobilità. Il fatto che sul palco dal vivo non si muovano:

Beh, è ​​quello che fanno, non si muovono – questo non significa che non si connettono – a volte si connettono, a volte non in un buon modo.

Sappiamo bene che ancora adesso Mick Jagger nonostante l’età ama muoversi e destreggiarsi sul palco coinvolgendo il pubblico. Ecco perché forse non si ritrova nell’atteggiamento degli Oasis.

Articoli correlati

Condividi