Oasis, storia band britannica, fratelli Gallagher, come sono nati gli Oasis

Come sono nati gli Oasis? La storia della band dei fratelli Gallagher

La band inglese nativa di Manchester è entrata nella storia della musica non solo per aver, di fatto, creato il Britpop, ma anche grazie a particolari vicende personali. Dagli inizi nella fine degli anni Ottanta alla rottura nel 2009, fino alle voci della reunion (ne abbiamo parlato qui). Vedremo oggi come sono nati gli Oasis partendo dalle origini, quando ancora si chiamano The Rain e non c’era Noel.

Prima degli Oasis: la storia di The Rain

I The Rain hanno avuto origine negli ultimi anni ‘80 in un quartiere di Manchester, Burnage per la precisione, e dovete sapere che all’inizio non c’erano né LiamNoel. La band era formata da Paul Bonehead Arthurs alla chitarra, Tony McCarroll alla batteria, Paul Guigsy McGuigan al basso e Chris Hutton alla voce. Tutti, ad eccezione di Hutton, saranno gli Oasis.

La band però stentava a decollare e Chris Hutton mollò tutto. Bonehead pensò di chiedere all’amico Liam Gallagher di entrare nel gruppo. Tempo poco e il giovane accettò volentieri. Di Noel nemmeno l’ombra. Le prime demo erano piuttosto mediocri a detto dello stesso Liam. I brani, secondo lui, erano piuttosto deboli e si salvava solo il timbro del giovane Gallagher. Ed ecco che apparve Noel.

Da The Rain a Oasis

Noel aveva lasciato la mamma Peggy per andarsene in tournée con gli Inspiral Carpets nel ruolo di roadie, ossia come tecnico di tournée. Al ritorno a Manchester nel 1991, aveva sentito parlare di questi The Rain, e non erano belle recensioni. Li raggiunse e notò la debolezza del gruppo. La band risultava troppo Stone Roses dipendente e gli arrangiamenti non avevano nulla di originale, così come i testi.

L’unico neo positivo era Liam Gallagher e ciò sorprese non poco il più grande dei Gallagher. Avanzò quindi una proposta: Noel sarebbe stato The Chief (il capo, soprannome che lo accompagna tutt’ora) e avrebbe avuto il controllo creativo su testi e arrangiamenti. Si dice che Noel avesse già molteplici brani (alcuni dicono persino 50). Si iniziò a fare sul serio e cambiarono nome. In un poster degli Inspiral Carpets Liam vide la parola Oasis e gli piacque così tanto che i The Rain diventarono Oasis.

Alan McGee e il primo contratto con la Sony

Nel 1992 si tenne il primo concerto degli Oasis a Boardwalk. Da lì, nel giro di due anni, il gruppo iniziò a farsi un nome estremamente positivo, attirando un gran numero di persone. Non c’era però alcun contratto discografico che potesse lanciarli al grande pubblico. Ma ecco che capitò la grande occasione nel 1993. La band Sister Lovers propose agli Oasis di seguirla per suonare a Glasgow in Scozia.

La frontman del gruppo, Debbie Turner, era la ex fidanzata di Alan McGee, produttore discografico di una costola della Sony, la Creation Records. Potete già capire come andarono le cose: in quel concerto c’era proprio McGee il quale fu molto colpito da Noel e compagnia. Su due piedi propose loro un contratto discografico in cambio di una demo. Ovviamente gliela fornirono (potete sentire qui qualche pezzo demo, anche se con una qualità piuttosto bassa) e gli Oasis finirono per firmare un contratto mondiale con la Sony. Da qui iniziò la storia più famosa del gruppo di Manchester, con il primo singolo Supersonic, seguito da Shakermaker e così via.

La storia di come sono nati gli Oasis la sapete. Li preferite ai Blur nell’eterna lotta su chi fosse la miglior band Britpop degli anni ’90?

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.