Il Club 27: la leggenda più famosa e misteriosa del mondo del rock

Il Club 27 è un’espressione, o meglio un riferimento culturale, che gli amanti del rock e della musica in genere non possono non conoscere. Parliamo di un gruppo, data la casualità e la natura totalmente fortuita del Club abbastanza consistente, di musicisti, attori o artisti morti a 27 anni. Senza essere stato verificato dalla ricerca e reso ufficiale, il Club 27 rimane una delle leggende più misteriose e intriganti del mondo del rock.

Nascita del Club 27

Il Club 27 ha tra i suoi membri musicisti famosi, attori, atleti o artisti in genere morti tutti alla medesima età. Principalmente a causa di un abuso di droga o alcool, o scomparsi a seguito di una morte violenta come omicidio, suicidio o incidente stradale. La scomparsa prematura di molti artisti famosi tra il 1969 e il 1971 portò alla conclusione che la morte fosse più comune a 27 anni.

Varie ricerche hanno ovviamente smentito questa tesi, dichiarando che “la fama può incrementare il rischio di morte tra i musicisti, ma questo rischio non si limita a 27 anni”. Ovviamente il Club 27 ha dato vita ad un intero filone di opere, film, romanzi, nonché saggi su giornali e riviste. Nonostante la mancata conferma di una correlazione tra una specifica età e una morte prematura, era inevitabile che tale fenomeno generasse un vero e proprio mito.

Le rockstar del Club 27

Tra il 1969 e il 1971 scompaiono all’età di 27 anni Brian Jones, Jimi Hendrix, Janis Joplin e Jim Morrison. Come detto sopra, questa strana e inquietante fatalità porta alla nascita di teorie e speculazioni. Ma bisognerà attendere il 1994 con la morte di Kurt Cobain, per vedere la nascita ufficiale del Club 27. Le fondamenta di questa teoria vengono fornite contemporaneamente dalla stampa e da una dichiarazione rilasciata dalla madre di Cobain all’epoca della sua morte. “Ora che è scomparso è entrato in quello stupido club. Gli avevo detto di non unirsi a quello stupido club”. D’altro canto, molti pensano che la donna si riferisse alla morte di alcuni parenti, che commisero tutti suicidio. Poco importa. Le parole della donna bastarono per rinsaldare e riportare in auge le teorie cospirative sul Club 27. Nel 2011 poi, Amy Winehouse scomparve a 27 anni, rinnovando il clamore mediatico. Tre anni prima la cantante aveva dichiarato di aver paura di morire proprio a quell’età.

Gli altri membri

Musicisti e cantanti famosi non sono gli unici membri certificati del Club 27. Questo mito si fa infatti risalire al 17 Gennaio 1892 quando morì Alexandre Levy. Compositore e pianista, scomparve per cause sconosciute all’età di 27 anni. La lista prosegue lunghissima e la fatalità di questo fenomeno è quantomeno inquietante.

E il Club 27 non accenna a smettere di ingrossare le proprie fila, se si pensa che l’ultima morte risale al 19 Gennaio 2018. Fredo Santana, rapper americano, muore di insufficienza epatica. Avrebbe compiuto 28 anni il 4 Luglio dello stesso anno.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.