10 Gennaio 2016: ci lasciava David Bowie – Cinque curiosità sul Duca Bianco

Oggi 10 Gennaio 2019: 3 anni dalla scomparsa di David Bowie

Nato in un vivace quartiere londinese, il cantante-cantautore-pittore britannico è stato una delle figure più importanti e influenti del panorama pop-rock del XX secolo.
vogliamo ricordarlo così: attraverso 5 curiosità.

La passione per la pittura e l’arte

Uno degli aspetti forse meno noti dell’eclettica figura di David Bowie è la sua produzione pittorica,condotta parallelamente alla ben più nota attività musicale. In alcune interviste ha addirittura dichiarato di sentirsi più pittore che cantante.

“L’arte può cambiare il modo di sentirsi la mattina”: affermò nel 1998 durante un’intervista al New York Times.

La storia con Ola Hudson,madre di Slash

Negli anni 70  David Bowie ha avuto una relazione con la mamma di Slash,Ola Hudson, sua stilista in quegli anni. A raccontare questo aneddoto è stato lo stesso chitarrista dei Guns N’ Roses:

« Mia mamma iniziò a lavorare professionalmente con David Bowie come costumista,sono abbastanza sicuro che sia iniziata così.Si è poi trasformata in una specie di misteriosa storia d’amore che andò avanti per un po’ di tempo

Il segreto del colore dei suoi occhi

A differenza di quanto si possa pensare gli occhi del Duca Bianco non erano di colore diverso. Diverso non era il colore ma la grandezza: pare infatti che la pupilla sinistra di Bowie si sia dilatata dopo aver ricevuto un pugno in un occhio dal suo amico George Underwood (sembra stessero litigando per una ragazza). La rockstar era infatti affetto da midriasi permanente: una condizione in cui la pupilla è perennemente dilatata.

La sua visione politica

Anche se era noto come ‘duca’, David Bowie rifiutò di essere nominato Cavaliere dalla regina. Nel 2003  infatti,(contrariamente ai ‘baronetti’ Paul McCartney, Elton John e Mick Jagger) declinò l’invito della regina Elisabetta II. Bowie alla notizia della premiazione dichiarò : “Non potrei mai e poi mai accettare qualcosa come questo. Veramente non capisco a cosa serva. Non è quello a cui ho dedicato l’intera mia vita”.

Una specie di ragno in suo onore: Heteropoda davidbowie

Ho sempre avuto un bisogno ripugnante di essere qualcosa di più che umano”, affermò il camaleontico Duca Bianco in un’intervista rilasciata a Rolling Stones nel 1976. Il suo desiderio è stato esaudito, è ora ricordato anche in ambito zoologico.Una specie di ragno finora sconosciuta ora porta il suo nome -“Heteropoda davidbowie”-. Questa specie rarissima è stata chiamata in tal modo con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica a proposito delle varietà di animali che rischiano gravemente l’estinzione.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)