gtag('config', 'UA-102787715-1');

UFFICIALE: Motley Crue di nuovo insieme nel 2020, la band ha confermato la reunion

Dopo tanta attesa, dopo tante notizie smentite e poi riprese, è ormai ufficiale: I Motley Crue si sono riuniti. I padrini del glam metal faranno un ultimo giro di campo prima del loro addio definitivo. E pensare che la band di Nikki Sixx, Tommy Lee, Vince Neil e Mick Mars sei anni fa firmò un contratto che avrebbe impedito futuri concerti una volta concluso il “Final Tour”, a meno che tutti i membri non fossero d’accordo per una reunion (clausola considerata altamente improbabile all’epoca).

Il sogno di una reunion è diventato, finalmente, realtà

Nei giorni scorsi si era parlato tanto di una possibile reunion e ora, finalmente, il sogno è diventato realta. Secondo alcune fonti, inoltre, l’azienda promoter Live Nation, avrebbe proposto a Vince Neil e soci un ingaggio da ben 150 milioni di dollari per una eventuale serie di concerti. I rumors, tuttavia, vedrebbero Neil adirato, in conflitto con i promoter che avrebbero chiesto al frontman di perdere 40 kg e al batterista Tommy Lee di entrare in riabilitazione prima di affrontare un impegno del genere.

L’ultimo concerto dei Motley risale al 31 dicembre del 2015 a Los Angeles, poi i membri del gruppo hanno deciso di prendere strade diverse. Tuttavia, il successo del controverso biopic “The Dirt” targato Netflix, ha portato in auge la band: facendo ripartire una perfetta macchina glam metal, pronta a riprendersi il proprio posto nella storia della musica.

L’annuncio della reunion, diffusa dall’edizione statunitense di ‘Rolling Stone’, ha confermato che la band terrà anche un tour nel 2020, in compagnia di Def Leppard e Poison. La bellissima notizia è stata accompagnata, inoltre, da una clip a dir poco emozionante: narrato da Machine Gun Kelly, il video ripercorre questi ultimi sei anni con il conseguente addio alle scene della band.

Il comunicato stampa dei Motley Crue

Attraverso un comunicato stampa, riportato sul sito ufficiale, i Motley Crue hanno annunciato:

“Dopo 6 anni dalla stesura dell’accordo “Cessation of Touring”, il contratto è stato strappato definitivamente. Un’intera generazione di “Crueheads” chiedeva insistentemente il nostro ritorno. Dopo il grande successo del film biografico su Netflix “The Dirt”, i Motley Crue hanno assistito alla costante crescita del nuovo pubblico. Il gruppo, famoso per aver trasgredito qualsiasi regola, ha eliminato quel contratto in vero stile Motley Crue. Dopo 30 anni dall’uscita di Dr. Feelgood e dopo 35 anni passati fianco a fianco, i membri della band si sono separati senza più comunicare tra di loro. Il biopic sulla nostra carriera ci ha inaspettatamente riavvicinati: la scintilla era ormai scoccata.”

“Dopo aver visto il film, moltissimi fan hanno chiesto di voler vedere i veri Motley Crue esibirsi dal vivo. Non pensavamo sarebbe accaduto veramente ma… I fan hanno parlato e i Motley hanno ascoltato! Il successo globale di The Dirt ha visto salire vertiginosamente la popolarità della band: catapultando la nostra musica in cima alle classifiche mondiali. Nei mesi successivi al rilascio della pellicola, abbiamo assistito ad un aumento del 350% degli stream della nostra musica su tutte le piattaforme. Ad ogni modo, la maggior parte dei nuovi fan, non ha mai assistito a nessuno degli epici spettacoli dal vivo dei Motley.”

Los Angeles, California, 18 Novembre 2019.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)