gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slipknot: quella volta che condivisero il palco con una jazz band

Gli Slipknot, nati a Des Moines nel 1995, hanno ottenuto col tempo un successo clamoroso. Grazie alle loro stravaganti ed inquietanti maschere, spesso ispirate a grandi classici dell’horror, sono diventati una vera e propria icona del genere. E, a proposito di genere, la band riesce ad accorpare nella loro musica vari sottogeneri del metal, come il thrash metal, il death metal e il groove metal.

Quella volta che gli Slipknot e un gruppo jazz hanno condiviso lo stesso palco, nello Iowa

Un altro marchio di fabbrica della band è sicuramente la musicalità esplosiva dei loro brani. I testi poi non sono mai banali, ma sempre ricchi di contesti incredibili che si rifanno a demoni, spettri, lotte interiori, violenze e morte.

Può sembrare difficile da credere, ma ad inizio carriera gli Slipknot hanno condiviso il palco con una band jazz, nella loro città natale. Il frontman della band Corey Taylor, ricordando questo episodio alla BBC Radio 1, ha spiegato:

“Si è trattato di uno scambio di concerti, in un bar di proprietà del Clown a Des Moines. È stato davvero incredibile: gli spettatori erano tutti sbalorditi. Ci guardavano come se avessimo della merda tra le mani e fossimo pronti a lanciargliela contro!” Alla fine, nonostante lo stupore del pubblico, le due band non hanno avuto problemi a mescolarsi sul palco.

Una storia che il frontman della band Corey Taylor non dimenticherà facilmente

Come se la cosa non fosse abbastanza comica, a fine serata le due band si sono trovate in una situazione ancora più assurda: “Guidando verso casa, a fine serata, entrambi i furgoni ebbero un guasto. Tutto ciò in mezzo al nulla e in pieno inverno!” Ha raccontato Corey Taylor durante l’intervista, aggiungendo: “Alcuni di noi rimasero vicino ai van, altri invece andarono a cercare un carro attrezzi. Ricordo perfettamente di essermi messo a costruire delle ventole di cartone per far circolare un po’ d’aria calda. È stata un’esperienza terrificante.”

Il musicista degli Slipknot non ha mai rivelato il nome di questo fortunato gruppo jazz, ma è una storia che sicuramente ricorderà per sempre. Insomma, immaginate di presentarvi ad un concerto jazz e scoprire che si esibiranno anche gli Slipnkot: sarebbe a dir poco esilarante!

We Are Not In Your Kind: il sesto album in studio degli Slipknot

La band americana, il 9 agosto 2019, ha rilasciato il sesto album in studio: We Are Not In Your Kind. Il gruppo, nel frattempo, sta già pianificando una serie di concerti in Europa e Giappone per il prossimo anno. Tuttavia, questa sarà la prima serie di concerti senza lo storico percussionista Chris Fehn, allontanato dai membri del gruppo a causa di alcuni problemi legali con i frontman Corey Taylor e Shawn Crahan.

“We Are Not In Your Kind è davvero un capolavoro. Non abbiamo mai lavorato così duramente per produrre un album.” Ha spiegato il chitarrista Jim Root, aggiungendo: “Mentre l’industria musicale si muove solo in un senso e verso i singoli, gli Slipknot hanno realizzato un album vero. Pieno. Completo dall’inizio alla fine.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)