gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Janis Joplin incontrò Bruce Springsteen e se ne innamorò

Nata il 19 Gennaio 1943, Janis Joplin è stata una donna audace, forte, coraggiosa e determinata: la sua voce è, ancora oggi, una delle più affascinanti dell’intero panorama musicale. Vera e propria icona del rock, Joplin ha vissuto una vita inquieta e piena di imprevisti, prima che la sorte la iscrivesse di diritto al nefasto “club dei 27”. In passato più e più volte vi abbiamo raccontato della sua vita, dei suoi problemi con alcool e droghe, delle sue storiche canzoni e addirittura di quella volta che rifiutò Jim Morrison. Oggi, invece, ci soffermeremo sul suo primo incontro col Boss Bruce Springsteen.

Janis Joplin e Bruce Springsteen: l’incontro delle due star del rock

La storia risale al 23 agosto del 1969 e, all’epoca, Bruce era appena un diciannovenne, mentre Janis ne aveva 26 di anni. La Joplin era nel pieno del suo splendore: aveva pubblicato da poco il miglior album della sua discografia (Cheap Thrills) e, nel frattempo, si era anche esibita al celebre festival di Woodstock. Il Boss, invece, nonostante la giovane età era già molto conosciuto ed apprezzato negli ambienti musicali. Le due superstar si incontrarono per la prima volta ad Asbury Park, una piccola cittadina a sud di New York, durante uno show della Joplin.

Janis si stava esibendo alla Convention Hall e, tra una canzone e l’altra, si ritirò nel backstage per prendere una pausa. Lì, inaspettatamente, incontrò un aitante diciannovenne dai capelli lunghi: Bruce Springsteen. Il Boss, assiduo frequentatore dei locali di Asbury Park, era in compagnia del suo gruppo: i Child. La band rock, formata da Springsteen, Vini “Mad Dog” Lopez alla batteria, Vinnie Roslin al basso e Danny Federici alla tastiera, fu invitata quella sera dal musicista James Cotton. Grandissimo armonicista blues, Cotton aveva lavorato sia con la band di Springsteen sia con la Joplin: fu lui il vero punto di contatto delle due icone del rock.

Bruce Springsteen: “sono girate tante voci e tanti pettegolezzi su quell’incontro”

Stando al racconto del batterista dei Child Vini Lopez, la Joplin si fiondò letteralmente tra le braccia di Springsteen: “Janis afferrò Bruce per un braccio e lo guardò come per dire dove sei stato tutto questo tempo?”

La Joplin, però, non ebbe nemmeno il tempo di presentarsi che il suo manager la esortò a tornare sul palco per il bis. La storica musicista di Port Arthur, con quei suoi capelli selvaggi e quelle sue collane che pendevano sin sopra la vita, si esibì come non mai e, nel frattempo, non riusciva a distogliere lo sguardo da Springsteen.

Ad un tratto, durante la sua esibizione, Janis si accorse che il suo amato Bruce si stava allontanando e, questa cosa, non le andò per niente giù. Appena scese dal palco si diresse verso i membri dei Child e chiese insistentemente in che direzione fosse andato Springsteen: “da quella parte”, risposte Lopez puntando il dito. Il cantante del New Jersey nella sua biografia del 2012, parlando di quell’incontro disse: “Ci sono state tante voci e tanti pettegolezzi su quella storia. Del resto ero nel pieno della mia giovinezza: avevo 19 anni, i capelli lunghi ed ero già una star all’epoca.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)