gtag('config', 'UA-102787715-1');

Addio a Marie Fredriksson, storica voce dei Roxette

Altro lutto nel mondo della musica: è morta la storica voce dei Roxette, Marie Fredriksson. La frontwoman del duo svedese è scomparsa il 9 dicembre a causa di un cancro al cervello, diagnosticatole 17 anni fa.

La morte di Marie Fredriksson, storica voce dei Roxette

La cantante e pittrice svedese nel 1986 formò il duo Roxette con Per Gessie: la coppia è stata a lungo sulla cresta dell’onda grazie ad una serie di successi come:  ‘It Must Have Been Love’ e ‘Joyride’, da ‘Listen To Your Heart’ a ‘The Look’. I Roxette, non a caso, hanno venduto oltre 75 milioni di dischi, piazzando ben 19 brani ai vertici delle classifiche.

La cantante si è spenta all’età di 61 anni dopo una lunghissima battaglia. Nel 2002 a Marie Fredriksson fu diagnosticato un tumore al cervello che le fu rimosso con un intervento chirurgico a cui seguirono mesi e mesi di chemioterapia e radioterapia. In seguito all’operazione Fredriksson rimase cieca da un occhio, con udito limitato e non fu in grado di parlare per mesi. Dopo aver analizzato le primissime diagnosi, infatti, i medici le diedero appena un anno di vita.  Marie però non si è mai arresa e nel 2004, è riuscita a pubblicare ‘The Change’: l’ unico album in inglese della cantante.

Nonostante tutti i problemi di salute, Marie non ha mai rinunciato alla sua più grande passione: la musica. Tra il 2017 e 2018 è riuscita infatti a realizzare una dei suoi più grandi sogni: collaborare con artisti Jazz e Swing. Con la partecipazione di Max Schultz e Magnus Lindgren ha pubblicato ben 3 singoli con quelle sonorità da lei tanto ricercate: “Alone Again”, “I Want To Go” e “Sing A Song”.

Il ricordo del suo amico e collega Per Gessle

La famiglia Fredriksson ha fato sapere che Marie sarà sepolta in forma privata e in presenza dei soli familiari. Il suo storico compagno di band, Per Gessle, ha voluto ricordarla così:

“Marie ha lasciato un’eredità importante: una voce stupenda, forte e delicata allo stesso tempo. Le sue meravigliose esibizioni saranno ricordate da tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di esserne testimoni.” Ha scritto il musicista sul suo profilo Twitter, aggiungendo: “Il tempo passa così in fretta. Sono onorato di aver incontrato il tuo talento e la tua generosità. Per oltre quaranta anni sei stata la mia più grande amica. Tutto il mio more va a te e alla tua famiglia. Le cose non saranno mai più le stesse.”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)