13 June, 2021, 21:00

Jimi Hendrix e la storia del litigio con Pete Townshend dei Who

In quante occasioni abbiamo assistito a dei litigi che sono stati generati da motivi differenti e che, in qualche modo, hanno fatto la storia della musica? In più di un’occasione abbiamo visto come i litigi siano stati preponderanti nella storia del rock, non soltanto all’interno di una formazione, ma anche tra band e artisti differenti, che si sono scontrati mettendo in mostra le loro personalità. E’ il caso, ad esempio, del litigio tra Freddie Mercury e Steven Tyler degli Aerosmith o del litigio tra Jimi Hendrix e Pete Townshend. Ve ne vogliamo parlare all’interno di quest’articolo.

Il segreto che Jimi Hendrix disse a Pete Townshend prima di un concerto

Prima di entrare nel dettaglio del litigio di cui vogliamo parlarvi, vogliamo sottolinearvi che il rapporto che c’era tra Jimi Hendrix e Pete Townshend era di profonda stima, così come hanno sottolineato alcune narrazioni che sono state riportate proprio dal leader dei Who. Prima di un concerto, in effetti, Jimi Hendrix decise di dire un segreto a Pete Townshend: “Sì, beh, è ​​stata un’esperienza cosmica. Era da Blaze, in una discoteca di Londra. È stato davvero fantastico. Penso che tu abbia dovuto vedere Jimi Hendrix per capire davvero di cosa parlava.L’ho incontrato, ovviamente, perché era sulla nostra etichetta discografica, era venuto in studio, era venuto con il suo manager Chas Chandler, che era il bassista della band chiamata The Animals. Chas se n’era andato ed era entrato in gestione, aveva scoperto Jimi Hendrix, aveva messo insieme una band.”

La stima di Townshend per Jimi Hendrix non è mai stata messa in discussione nonostante i litigi. Se ce ne fosse stato bisogno, lo stesso Townsend ha dimostrato al Rolling Stone ciò di cui parliamo: “Così ha fatto. Penso a Marshall ma, comunque, ha iniziato a suonare e, naturalmente, era un musicista brillante, un musicista meraviglioso – molto inventivo. Ma aveva la voce più bella. Non era un grande firmatario, ma aveva una bella voce, una voce fumosa, sai, una voce davvero sexy. E quando l’ho visto in studio, aveva questa giacca militare che suppongo avrebbe dovuto evocare l’era hippy. Era coperto di polvere e forfora, sembrava solo trasandato. Ho pensato: ‘Beh, questo ragazzo potrebbe rivelarsi a posto.”

Il litigio tra Pete Townshend e Jimi Hendrix

A questo punto, considerata quella stima di cui vi abbiamo parlato, vi sottolineiamo quel litigio di cui vi abbiamo fatto precedentemente cenno; il litigio, di cui Townshend ha parlato nel 1987 a VH1, è avvenuto prima dell’esibizione al Monterey Pop Festival, che decretò l’ascesa artistica e mediatica di uno dei più grandi chitarristi di sempre.

Townshend ha spiegato: “Ho detto a me stesso come suo amico che potevamo discutere su chi avrebbe suonato per primo. Il problema era che entrambi avremmo introdotto per la prima volta qualcosa di unico per il pubblico californiano”. Insomma: non c’era modo di risolvere il litigio se non con un lancio di una moneta, che vide la vittoria di Pete Townshend e dei Who, che salirono sul palco per primi. Sappiamo tutti, poi, com’è andata a finire…

Share