18 May, 2021, 08:15

Michael Jackson e Freddie Mercury: la ragione segreta del perché hanno mai pubblicato i loro duetti

Michael Jackson e Freddie Mercury son stati interpreti e artisti incredibili. Ma perché e per quale ragione sorprendente che non hanno mai pubblicato i loro duetti? I musicisti avevano registrato tre canzoni insieme quando erano ai vertici delle carriera professionali. Uno era il coinvolgente e versatile frontman di una delle più grandi rock band di tutti i tempi. L’altro era noto come il Re del Pop, autore di Thriller, uno degli album più venduti della storia. E insieme, avevano in programma di lavorare insieme su un progetto che aveva il potenziale per diventare una delle più famose collaborazioni nella storia della musica. Vediamo la ragione segreta del perché hanno mai pubblicato i loro duetti.

MICHAEL JACKSON FAN DI MERCURY

I due condividevano insieme una padronanza dello spettacolo e del palco incredibile. I due erano in grado di creare dei veri capolavori, e questo è indiscusso. Freddie Mercury e i Queen erano saliti a un livello estremo di successo da quando la band pubblicò il suo primo album nel 1973. Michael Jackson era più giovane, ma negli anni Ottanta il mondo del pop venne sconvolto da MJ. Il primo con “Bohemian Rhapsody” dei Queen e l’altro con “Thriller“, hanno contribuito a cambiare la storia della musica. Dovete sapere che Michael Jackson si vantava di essere un grandissimo fan di Freddie Mercury e lo apprezzava moltissimo dal punto di vista artistico. Ma quando si incontrarono per la prima volta?

IL PRIMO INCONTRO TRA I DUE

I due si incontrarono per la prima volta quando Jackson si presentò, come un semplice spettatore, al concerto dei Queen con Freddie Mercury e i compagni di band Roger Taylor, Brian May e John Deacon. Mercury aveva dichiarato in un’intervista del 1983: “All’inizio, tre, quattro anni fa, Michael Jackson era solito venire a vedere i nostri spettacoli a Los Angeles, e credo che gli piacessimo e quindi ho avuto modo di incontrarlo. Continuava a venire a trovarci e poi abbiamo iniziato a parlare e, a quei tempi, voleva dire molto. Ricordo di essere andato a cena con lui.” Sicuramente hanno parlato di musica e di qualche pezzo che volevano fare insieme.

L’ALBUM DI DUETTI SEGRETO

Aneddoti ricordano di quando, durante una sessione di registrazione di The Game, album dei Queen, il gruppo fosse un po’ giù di morale. Ma si presentò Michael Jackson che spinse il gruppo a far uscire “Another One Bites the Dust“. E fu una scelta davvero molto lungimirante, dal momento che il pezzo ebbe una grandissima fortuna. Considerato che all’epoca Michael Jackson era giovane e aveva più di 10 anni meno di Freddie Mercury. I due iniziarono una collaborazione nel 1983 scrivendo alcune canzoni che sono andate nell’album Victory di Michael Jackson (uscito con i Jackson 5) e altre dovevano andare nell’album Hot Space dei Queen. Voci affermavano che doveva essere un album di duetti tra i due, ma non vide mai la luce. Ma quale è la ragione segreta del perché sti pezzi non sono usciti come duetti?

CHE FINE HANNO FATTO I PEZZI?

I due scrissero “There Must Be More to Life Than This”, “State of Shock” e “Victory“. “Erano grandi canzoni, ma il problema era il tempo, dato che eravamo entrambi molto impegnati in quel periodo”, ha ricordato Mercury. Ma che fine fecero i pezzi? State of Shock venne registrato e rilasciato da Michael Jackson e Mick Jagger come singolo. There Must Be More to Life Than This venne invece incluso in Mr. Bad Guy, unico album solista di Mercury. Victory nell’album omonimo dei Jackson 5. In fondo la ragione segreta del perché hanno mai pubblicato i loro duetti insieme era perché le condizioni erano complicate.

Share