20 June, 2021, 18:54

Alice In Chains: William DuVall rivela il suo album preferito del 2019

Nel corso si un’intervista rilasciata per Overdrive, il cantante e chitarrista degli Alice In Chains, William DuVall ha rivelato quale fosse, secondo lui, il miglior disco del 2019; avendo recentemente rilasciato un disco da solista, intitolato One alone. Il leader della band ha espresso la sua ammirazione per l’audace ritorno dei Tool sulle scene. “Con Fear Inoculum, i Tool hanno superato le aspettative dei fan, nonostante fossero già altissime. Hanno destato enorme clamore, soprattutto sulla scena Metal”.

“Il metodo che hanno adottato per rilasciare l’album– ha continuato – è stato così intelligente da avere un impatto inimmaginabile su scala mondiale. Voglio dire – prosegue DuVall – la stampa ha potuto marciare solo sull’annuncio della pubblicazione del disco per settimane, pubblicando articoli sensazionali. I Tool sono capaci di stabilire le loro regole, sollevando polveroni incredibili. Il fatto che una band, proveniente da quel genere, rilasci un album in questo periodo storico, salendo sul tetto del mondo prima ancora di tornare in scena, è un obiettivo quasi irraggiungibile”.

Successivamente, il cantante degli Alice In Chains ha rivelato cosa pensa della band di Fear Inoculum dal vivo, spiegando di aver assistito ad un loro show nella città statunitense di Atlanta, rimanendo positivamente sbalordito. “Anche i loro spettacoli sono strabilianti. Quando sono andato a vederli ad Atlanta, il loro chitarrista, Adam Jones, mi ha invitato dietro le quinte. Sono persone meravigliose e lui è un mio grande amico”.

Proseguendo con il colloquio, il Leader degli Alice In Chains ha rivelato di essere stato sbalordito anche da un altro gruppo, molto di recente. “Il 14 febbraio del 2020, gli Starbenders hanno rilasciato il loro ultimo album. Si intitola Love Potions e hanno dimostrato di essere una band strepitosa. Quei ragazzi sono assolutamente fantastici. Presto cominceranno un tour mondiale. Li abbiamo portati con noi, durante la kermesse americana degli Alice In Chains. Dal vivo sono esplosivi”.

Lavorare da solo ha ispirato il suo futuro con gli Alice In Chains

L’attuale cantante degli Alice In Chains, William DuVall ha svelato quanto, la sua carriera nella band, abbia influito nella procrastinazione del rilascio del suo ultimo lavoro solista One Alone. “Avevo alcune idee sparse. Delle tracce che avrei voluto sviluppare”, ha detto DuVall, nel corso della sua intervista per Overdrive. “Mi sono sempre sentito un musicista da band, non avrei mai creduto di provare la stessa fiducia che percepisco quando lavoro in gruppo per qualcosa di mio.

“Spesso – ha continuato – quando scrivo qualcosa, lo faccio in modo particolarmente spontaneo, non penso mai che qualcosa possa far parte di un lavoro, lasciando fuori qualcos’altro o, che un brano nello specifico possa far parte del lato B di un disco piuttosto che di un altro. Prendere la situazione in mano e avere completamente carta bianca su ciò che avrei dovuto pubblicare, mi ha rincuorato, aprendomi la mente su ciò che sarà il mio futuro sia con la band che come artista solista”.

 

 

 

 

 

Share