19 settembre 2021 06:07 domenica

Le 5 persone più misteriose della storia del rock

Le rock star vivono un’esistenza sempre o quasi sotto gli occhi dei riflettori. Tuttavia, non mancano figure che suscitano tanta curiosità, fino a tramutarsi in veri e propri misteri per ogni appassionato della musica. Scopriamo insieme quali sono le 5 persone più misteriose della storia del rock, con vite che hanno diversi aspetti che non sono stati mai chiariti fino in fondo. D’altronde, in questo settore, le leggende metropolitane non mancano assolutamente e lasciano i fan col fiato sospeso da decenni.

Il chitarrista originale degli Sleep

Agli inizi degli anni ’90, l’heavy metal fu scosso dall’apparizione degli Sleep. Il gruppo di genere stoner/doom ha annoverato ai suoi esordi il cantante e bassista Al Cisneros, il batterista Chris Haikus e il chitarrista Justin Marler. La band riscosse notevoli consensi da parte dal pubblico, ma qualcosa andò storto. Infatti, quando il successo stava crescendo, Justin Marler decise di svanire nel nulla. Per diversi mesi, non si seppe più nulla sul suo conto. Dopo il lancio di Volume One, il chitarrista se ne andò in pellegrinaggio in Israele per unirsi all’ordine monastico. In seguito sarebbe tornato a fare musica, dopo ben sette anni di vita monastica, per lanciare un album da solista e restare tra le persone più misteriose del settore.

Rod Evans, il cantante originale dei Deep Purple

Molti conoscono i Deep Purple per la loro seconda era, guidata dal vocalist Ian Gillan e caratterizzata da album del calibro di Deep Purple in RockMachine Head. Eppure, non molti sanno che i primi tre dischi vedevano come cantante Rod Evans. Quest’ultimo se ne andò dal gruppo dopo tre album ed entrò a far parte della band stoner/space rock dei Captain Beyond, prima di scomparire nel nulla. In base a quanto detto in un’intervista, il cantante si sarebbe laureato in medicina e sarebbe diventato il direttore di una clinica per malattie respiratorie. Viene coinvolto in una fantomatica reunion dei Deep nel 1980, ma fu raggirato e costretto a pagare un ingente risarcimento. Nel 2016 fu inserito con la band nella Rock and Roll Hall of Fame, ma non si fece più vedere.

Tortilla Man, il membro misterioso degli Slipknot

Nel 2019, dopo l’addio di Chris Fehn, gli Slipknot scelsero di assumere come nuovo percussionista il misterioso Tortilla Man. La sua identità era, ovviamente, misteriosa. Poco dopo il suo arrivo, un utente di Reddit affermava che, in realtà, il musicista corrispondeva a Michael Pfaff, tastierista dei Dirty Little Rabbits. Nel frattempo, il chitarrista degli Slipknot Jim Root definiva Tortilla Face come “un musicista infernale, un pianista di livello mondiale”. Senza volerlo, la band ha recentemente quasi confermato l’identità del musicista misterioso. Tuttavia, ad oggi non ci sono certezze assolute.

Il mistero di Code 6025

Tra le persone più misteriose del rock non poteva mancare il signor 6025, noto anche con il nome di battesimo di Carlos Cadona. Quest’ultimo ha suonato con Dead Kennedys verso la fine degli anni ’70, per meno di un anno. Scrisse brani di alto livello come Too Drunk to FuckIll in the Head, ma decise di andarsene presto. Sul sito ufficiale della band, si parla di una disabilità fisica dagli inizi degli anni ’80. Si parlava anche di una sua conversione religiosa alla fede cristiana. Nel 2017, Cadona è ricomparso in maniera indiretta in seguito ad una raccolta fondi, dovuta ad un incendio che avrebbe distrutto la sua abitazione e ogni suo bene. Ma non si sa se sia vero.

Richey Edwards, il primo chitarrista dei Manic Street Preachers

Richey Edwards fu il primo chitarrista dei Manic Steet Preachers e contribuì al successo della band britannica agli inizi degli anni ’90. La sua vita era turbolenta e non ne fece mai mistero. Scomparve, da un momento all’altro, il 1° febbraio del 1995. Prima di andarsene, lasciò un libro destinato ad una sua cara amica e dedicato alla cocaina, oltre ad una copia dell’opera teatrale Equus. Negli anni successivi, non sono mancati gli avvistamenti, tutti di natura molto dubbia, compresa la sua vettura con batteria scarica. Nel 2008, la sua famiglia lo proclamò legalmente deceduto. Ma resta tra le persone più misteriose della storia del rock, dato che si pensa che sia ancora vivo, da qualche parte.

Share