9 May, 2021, 03:27

Slipknot, Duality: la canzone che indaga il nostro dolore

Gli Slipknot sono una delle band più rappresentative del metal contemporaneo, inglobando nella loro musica diverse influenze che vanno dal nu metal al death metal. In generale hanno costruito un loro stile unico e personale che li rende assolutamente riconoscibili. Ciò sia per l’assetto musicale, ma anche per l’atmosfera che le loro canzoni sanno creare attorno e potremmo dire “dentro” l’ascoltatore. Infatti, ascoltare gli Slipknot significa fare un viaggio dentro le debolezze dell’animo umano. Comprendere le atrocità che sconvolgono il mondo, ma più in generale significa entrare in profondità di ogni tema trattato. Noti per le maschere che portano e per le loro tute da carcerati, ognuna con un numero, gli Slipknot hanno dato vita a brani di ampio respiro, che nella loro tragica intensità ci ricordano cosa significa sentirsi persi, ma anche ritrovarsi. Uno dei brani forse più drammatici e inquietanti è Duality, in cui gli Slipknot ci spiegano cosa significa soffrire.

I versi subliminali della band

Vol. 3: (The Subliminal Verses) è il terzo album degli Slipknot ed è da qui che è tratta Duality. L’album è stato pubblicato il 25 maggio 2004 ed è uno dei lavori più sperimentali della band. Infatti, è possibile riscontrare le influenze più disparate, dai Radiohead agli Slayer, quindi dal rock al metal. Vi è un forte uso di riff e quindi di chitarre, mentre per quanto concerne i testi vi è una grande una cura formale a caratterizzarli. Sul piano dei contenuti, risulta abbastanza rivelatore il titolo: “I versi subliminali”, che sarebbe un riferimento ai fan della band. Tuttavia, già da questo possiamo comprendere che lo stile lirico degli Slipknot in questo disco pieno di metafore e di cose che non sono quel che sembrano.

Gl Slipknot cantano il dolore in Duality

Tanto ci sarebbe da dire sulle tracce di questo album, ma nel caso di Duality è sicuramente un brano che spicca in quanto primo estratto dal disco e grande successo del gruppo. Al di là della musica, in cui spicca il riff di chitarra, sicuramente in tutto Vol. 3 i testi meritano grande attenzione. A partire dal titolo “Dualità”, comprendiamo come di fatto stiamo assistendo ad uno sdoppiamento dell’io. La persona parla con se stessa, si confronta per giungere alla liberazione del dolore, ma senza mai riuscirci. Quello che questa canzone descrive è prima di tutto proprio la sofferenza, la disperazione.

Il significato della canzone

Corey Taylor ha paragonato la situazione descritta in Duality come quando ci si trova divisi, spezzati nel dover prendere una decisione. Chiaramente in questa situazione così drammaticamente descritta, il dolore è più forte di ogni cosa e si farebbe di tutto per farlo smettere, pertanto sono tanti i riferimenti alla follia, tema caro alla band. Allora per questo il protagonista ripete ossessivamente di volersi infilare le dita negli occhi e lo fa per non soffrire più, per non vedere più ciò che lo fa stare male. Sicuramente questo è solo ciò che ci appare dal testo, però, perché sappiamo che l’album è ricco di messaggi subliminali. A prescindere da quanti ne possiamo cogliere, è certo che gli Slipknot con Duality abbiano voluto raccontarci cosa significa soffrire.

Share