22 settembre 2021 04:56 mercoledì

AC/DC, Angus Young: “Bon Scott amava la voce di Brian Johnson”

Finalmente possiamo dirlo: gli AC/DC sono tornati. Uno dei pochissimi aspetti positivi di questo 2020 è stato proprio il ritorno della band australiana più famosa di tutti i tempi. Gli AC/DC infatti, hanno recentemente pubblicato -a distanza di 6 anni dall’ultimo lavoro discografico “Rock or Bust”- un nuovo album: Power Up. La line-up della band, inoltre, oggi come oggi è quella storica: a parte, naturalmente, Bon Scott e Malcolm Young, entrambi deceduti. Abbiamo assistito, inoltre, ai ritorni di Brian Johnson (che negli ultimi mesi aveva avuto dei seri problemi all’udito), Cliff Williams e Phil Rudd (cacciatosi nei guai con la legge nel 2014).

AC/DC, Angus Young: “Bon Scott amava la voce di Brian Johnson”

Questo nuovo lavoro discografico degli AC/DC non è un album qualsiasi: segna, infatti, il ritorno di alcuni storici membri della band. In primis Brian Johnson, a lungo lontano dagli studi di registrazione a causa di un problema all’udito e sostituito da Axl Rose dei Guns N’Roses. E poi, naturalmente, il batterista Phil Rudd: allontanato dalla band nel 2014 e rimpiazzato da Chris Slade, già membro del gruppo nel 1989.

Intervistato da Triple M, Angus Young si è soffermato sul nuovo lavoro discografico della sua band e, soprattutto, ha aperto una lunga parentesi su Bon Scott e sulla prima volta che ascoltò la voce di Brian Johnson:

“Sapevo che era dotato di una bellissima voce, ma fu Bon a notarlo per la prima volta. Una sera, infatti, durante uno show in un locale vide questo ragazzo dimenarsi sul palco e pensò che fosse davvero entusiasmante. Fu una delle più grandi esibizioni mai viste di un frontman.”

Il provino di Johnson e l’album Back in Black

E, dopo la prematura scomparsa di Bon Scott, Brian Johnson -all’epoca vocalist di una band glam rock di Newcastle chiamata “Geordie“- si presentò dagli AC/DC per un provino:

“Era lui l’uomo giusto: aveva il timbro di voce e il carisma per far parte degli AC/DC -continua Angus Young- nella sua audizione cantò ‘Rosie’ e poi una sua personale interpretazione di ‘Highway to Hell’: e, credetemi, aveva il timbro e la personalità giusta per farlo.”

Naturalmente, come ben sapete, il provino andò più che bene e -il 15 aprile del 1980– i membri degli AC/DC accolsero a braccia aperte il loro nuovo frontman: Brian Johnson. Qualche mese dopo, il 25 luglio, pubblicarono l’album Back in Black: il più grande successo discografico mai pubblicato dalla band. Il resto, come si suol dire, è storia.

Share