18 May, 2021, 06:50

La storia dell’amplificatore più grande del mondo

L’amplificatore è senz’altro uno degli oggetti più utilizzati nel rock e nella musica in generale. Uno strumento di questo tipo riesce a favorire la diffusione di suoni ad una qualità molto elevata. Farne a meno in occasione di un qualsiasi concerto o semplice esibizione risulta pressoché impossibile.

Il discorso è ancora più valido se si pensa all’uso di un amplificatore dalle dimensioni enormi, le cui dimensioni sono riconosciute a livello mondiale. Ecco qual è il modello più grande al mondo, con tanto di inserimento nel prestigioso Guinness World Record. Stiamo parlando di un prodotto dalle misure davvero straordinarie, quasi ai confini della realtà.

Le misure dell’amplicatore per chitarra più grande di ogni epoca

Chi ha creato l’amplificatore più grande del mondo? Ci ha pensato un apposito team appartenente alla Full Sail University degli Stati Uniti. Il gruppo si è messo all’opera ad Orlando, in Florida, all’interno della struttura Camping World Stadium. Il suo completamento risale al 30 giugno 2017 e ha previsto un lavoro attento e metodico da parte di veri professionisti del mondo della musica. Quali sono le misure di questo strumento? La sua lunghezza è pari a ben 3,06 metri, per un’altezza di 2,47 e una larghezza di 1,30. Molto più alto di un essere umano e persino più imponente di un elefante.

Le tappe che hanno portato alla costruzione del modello imponente

Un team formato da ben 11 persone si è dato da fare per circa un mese per portare a termine quella che può essere considerata come una vera e propria opera d’arte della musica. Alla guida del team, c’erano Ben Clifton e John Sherman, assistiti da Joseph Rivers, Max Rivers, Drew Walkup, Kayla Mraz, Fahad Vania, Zac Barnett, James Adam Shelley, Dave Rublin e Matt Sanchez. La costruzione è stata stabilita in occasione del 40esimo anniversario della Full Sail University. L’obiettivo principale era quello di riunire studenti, professori e personale locale mentre mettevano in evidenza tutte le loro specialità. Visti i risultati, possiamo dire che lo scopo è stato centrato in pieno.

Le parole di chi ha contribuito alla sua realizzazione

Com’è andato il lavoro portato avanti sull’amplificatore più grande di ogni epoca? Lo ha raccontato Dave Franko, vicepresidente della sezione Affari Accademici dell’Università statunitense. “Abbiamo avuto bisogno di una squadra grande per dare forma ad un amplificatore così grande”, così esordisce Franko, col sorriso sulle labbra. “Venne verso di me Joseph River, che si occupò di tutti gli aspetti elettronici. Abbiamo coinvolto un team di studenti, tra i quali spiccavano Ben Clifton e John Sherman. Tutti insieme abbiamo lavorato per giungere a misure così imponenti, senza lasciare in secondo piano la qualità dell’apparecchio. Gli allievi e il personale della facoltà universitaria hanno messo a punto i vari pezzi ed effettuato numerosi test prima di condurre in porto il lavoro”.

Volete saperne di più sull’enorme amplificatore? Date un’occhiata al video seguente per scoprire un dispositivo davvero rivoluzionario nel suo settore:

Share