18 May, 2021, 01:10

Le migliori linee di basso nella storia del Metal

Il basso ricopre, da sempre, un ruolo fondamentale nel Rock e nel Metal. Sebbene i meno avvezzi tendano ad attribuirgli ben pochi meriti rispetto a quelli effettivi, il quattro corde permette ai brani di nascere, fornendovi le fondamenta ritmiche di cui hanno bisogno. Nel mondo del Metal, dove ritmiche travolgenti fanno da sfondo a linee vocali feroci in un tripudio di sonorità infernali, praticamente inarrestabili, il ruolo della sezione ritmica diventa ancor più arduo ed importante. Nonostante le sfaccettature più oscure della musica prediligano tappeti melodici incendiari costruiti da chitarre esplosive, alcune linee di basso hanno contribuito ampiamente ad impreziosire le tracce in cui sono state eseguite. In questa classifica, abbiamo raccolto alcune tra le linee di basso migliori nella storia del Metal.

Megadeth – Peace Sells… But Who’s Buying?

In molti considerano Peace Sells… But Who’s Buying? come la traccia dei Megadeth contenente il miglior giro di basso. Si tratta, in effetti, di un riff praticamente completo, capace di riflettere alla perfezione i canoni stilistici del Thrash Metal. Veloce, aggressivo e crudo, il riff di Peace Sells al basso viene suonato col plettro, in modo da fornirgli un attacco maggiore ed una velocità d’esecuzione agevolata.

Black Sabbath – Fairies Wear Boots

Sebbene in molti non gli rechino i plausi meritati, non ascoltando con l’attenzione adeguata le grandi pietre miliari dei Black Sabbath, a Geezer Butler va riconosciuto di aver ricoperto un ruolo importantissimo nell’affermazione del sound definitivo della band fautrice dell’Heavy Metal. Il suo approccio al basso, collimato con un sound a dir poco unico, hanno contribuito ampiamente a rendere memorabile l’opera della band. La linea di basso incalzante ed oscura di Fairies Wear Boots, seppur poco convenzionale rispetto allo stile generale dei Sabbath, è sicuramente tra le migliori nella storia del Metal.

Iron Maiden – Wrathchild

L’opera degli Iron Maiden è tra le più incisive in assoluto nella storia del Metal. I brani più evocativi del gruppo, risentono profondamente dell’apporto tecnico e compositivo di Steve Harris. Parliamo, del resto, di uno dei più grandi bassisti di sempre. Tra le migliori linee di basso nel mondo del Metal e nella discografia dei Maiden, va sicuramente citata quella di Wrathchild; brano in cui l’impronta di Harris è decisamente più marcata ed incisiva.

Metallica – Orion

Ci sembra praticamente impossibile, in questa sede, non includere un brano dei Metallica nell’era di Cliff Burton. Il compianto bassista della band simbolo del Thrash Metal che, col suo approccio eclettico, sancì un punto di svolta definitivo nella carriera della leggendaria band di James Hetfield. Orion è un brano strumentale in cui i membri del gruppo danno libero sfogo alla loro vena creativa, passando da scenari apocalittici a sonorità melancoliche, in cui il basso ha modo di spaziare attraverso le innumerevoli sfaccettature che compongono l’identità artistica prorompente dei Metallica.

Tool – Schism

Schism fu il primo singolo estratto da Lateralus, terzo lavoro in studio della Progressive Metal Band dei Tool, uscito nel 2001. Si tratta di una pietra miliare assoluta del Metal moderno, entrata a far parte della storia del genere sin dal suo esordio per le sue sfumature psicotiche e per lo slancio istrionico che la contraddistingue. Il riff di basso su cui si basa la canzone, è tra i più geniali mai composti. Solenne ed adrenalinico, il giro di Schism ha spinto migliaia se non milioni di ascoltatori ad affascinarsi allo strumento, vista la sua attitudine prorompente.

Share