1 August, 2021, 23:21

Patti Smith, l’importante significato di “People have the Power”

Patti Smith è una cantautrice e poetessa statunitense molto famosa e apprezzata in ambito musicale. Dopo essere entrata nella scena a circa metà degli anni Settanta e dopo aver pubblicato il suo primo album, Patti si fa promotrice di un rock nuovo, che alcuni hanno definito punk, benché il riferimento più giusto fosse allora rock elettrico. Seguono altri album e altri successi e l’autrice riesce sempre a mantenere un certo profilo e una certa credibilità, sia con i fan che con i critici. E’ il 1979 l’anno cruciale per Patti in questo caso. La cantautrice infatti pubblica l’album Wave a cui seguirà Dream of Life. E’ in quest’album che Patti Smith inserisce il brano “People Have The Power” un titolo già forte a prescindere e che riveste il brano di un profondo e umano significato. 

Cosa precede la composizione di Dream of Life?

Come già specificato si trattò di un periodo molto particolare per Patti, che dopo un tour italiano, durante un concerto, decise di annunciare il suo ritiro dalle scene. Segue all’annuncio il matrimonio con Frederick Dewey Smith chitarrista di un gruppo di Detroit, dal nome MC5. Un riferimento al marito si trova nell’album prima citato, Wave, dove è contenuta una traccia intitolata “Frederick”. Quasi dieci anni dopo però, arriva un altro album. Il suo titolo è Dream of Life, che dopo i suoi cinque album in studio è quello che segue lo scioglimento del gruppo. Rilasciato nel giugno del 1988 contiene un grande brano di successo, intitolato “People Have The Power”.

 

Perché “People Have the Power” è uno dei brani più importanti della discografia di Patti Smith?

Il brano People Have the Power è stato scritto da Patti Smith e Fred Smith ed è stato il singolo estratto dall’album Dream of Life. Il brano quindi è stato scritto con il marito e l’intenzione dei coniugi era cerca di infondere lo spirito degli anni Sessanta in una canzone di protesta. Volevano quindi reinterpretare quello spirito in chiave contemporanea, come ha dichiarato ad un’intervista lasciata alla NME.

“Quando eravamo giovani avevamo protestato entrambi contro la guerra del Vietnam. Eravamo parte degli anni ’60, dove la nostra voce culturale era davvero forte, e stavamo cercando di scrivere una canzone che reintroducesse quel tipo di energia. È triste per me ma piuttosto bello. Era davvero la canzone di Fred – anche se ho scritto le parole, lui ha scritto la musica; il concetto era suo e voleva che fosse una canzone che la gente cantava in tutto il mondo per ispirarli per cause diverse. E non è vissuto abbastanza per vederlo accadere, ma io l’ho fatto. Ho visto persone. Ho camminato in marce in tutto il mondo dove le persone hanno iniziato spontaneamente a cantarlo, sai, che fosse a Parigi o con i palestinesi o, sai, in Spagna o New York City, Washington DC – ed è così commovente per me per vedere il suo sogno realizzato. “

Cosa racconta e come nasce?

Da un’idea di Fred che propose -come raccontato dalla stessa sempre alla NME- a Patti, mentre stava cucinando. Patti pensò molto alle parole di Fred che chiese esplicitamente di scrivere quel titolo “le persone hanno il potere”. La cantautrice pensò molto a cosa fare e a come farlo, poi la scrissero:  “Quello che volevamo fare era ricordare all’ascoltatore il loro potere individuale ma anche il potere collettivo delle persone, come possiamo fare qualsiasi cosa. Ecco perché alla fine dice: “Credo che tutto ciò che sogniamo possa realizzarsi, attraverso la nostra unione possiamo trasformare il mondo, possiamo trasformare la rivoluzione della terra”

.

Share