27 July, 2021, 15:14

David Bowie, Iman: “Ecco cosa mi spinse ad andare avanti dopo la morte di mio marito”

A cinque anni dalla tragica perdita del leggendario Duca Bianco, i fan dell’artista e le persone che in vita lo avevano amato continuano a sentirne fortemente la mancanza. David Bowie è stato e sarà ricordato per sempre come un’icona culturale senza tempo. Data la sua sconfinata nobiltà d’animo e le sue doti artistiche uniche, sembra chiaro che, le persone a lui care, non lo dimenticheranno mai; così come gli appassionati che tengono vivo il suo lascito inestimabile. Di recente, sua moglie Iman, ex top model di origini somale, è tornata a parlare della morte di David Bowie, rivelando il vero motivo per il quale, dopo quel fatidico 10 gennaio del 2016, sia riuscita ad andare avanti con la consapevolezza di aver perso l’amore della sua vita. In quest’articolo, abbiamo riportato le sue parole.

Le parole di Iman sulla morte di David Bowie

Nel corso di una recente intervista concessa alle penne di Harper’s Bazaar Uk, Iman ha deciso di rivelare alcuni intensi particolari delle ultime ore di David Bowie; rivelando il vero motivo per il quale sia riuscita ad andare avanti dopo la sua morte. Ricordiamo che il Duca Bianco avesse deciso di comune accordo con la consorte di tenere nascosta la malattia che, di li a poco, avrebbe messo fine ai suoi giorni sulla Terra. Il suo decesso, quindi, destò grande clamore nell’opinione pubblica, con pubblico e addetti ai lavori a proclamarsi scioccati dalla notizia, visto il fatto che, il suo ultimo lavoro, Black Star, fosse uscito pochissimo tempo prima; raccogliendo un’ampissima dose di successi, vista la sua natura eclettica e, come sempre, visionaria.

Dal giorno della morte di Bowie, comunque, sua moglie decise di chiudersi in una sorta di comfort zone, lontana da occhi indiscreti, per poter elaborare al meglio il dolore, senza trascendere in commiserazioni legittime, ma lontane dalla sua indole forte. La donna ha raccontato di aver preso una decisione molto importante, il giorno dopo aver perso suo marito, di non accogliere altre persone nella sua vita. Vista la caratura della figura di David Bowie e, soprattutto, l’amore incondizionato con cui aveva colmato la sua vita, per Iman sembrò ed è, a tutt’oggi, impossibile non pensare ad altri partner come meri ripieghi.

Il segno del destino che le infuse sicurezza

Andando avanti con il colloquio, Iman ha parlato di un segno del destino capace di renderla ulteriormente sicura delle sue scelte. La donna ha, infatti, raccontato che, in preda allo sconforto, avesse deciso di uscire per una passeggiata nella natura a poche ore dalla morte del marito. Ad un tratto, davanti a lei si posò un Sialia; uccellino azzurro molto raro, autoctono negli Stati Uniti, considerato un simbolo di buon auspicio che, Bowie, aveva citato nella canzone Lazarus tratta dal suo ultimo album. Iman serba, come molte altre persone, uno splendido ricordo di David Bowie. Le sue testimonianze al riguardo, quindi, non possono aver fatto altro se non inorgoglire e commuovere i suoi fan più irriducibili.

Share