14 May, 2021, 18:44

Le 5 chitarre più iconiche del Rock italiano

Quando si parla di chitarre che hanno fatto la storia, si pensa immediatamente ai giganti del Rock internazionale. Da David Gilmour a Ritchie Blackmore, passando per Slash, Mark Knopfler ed Eric Clapton. Sono davvero moltissimi i modelli di chitarra passati agli annali del Rock dopo essere stati imbracciati dai massimi esponenti del genere. Sebbene il discorso, riportato al Bel Paese non sia, per forza di cose, così variegato come nelle regioni angloamericane, il Rock italiano pullula, a suo modo, di chitarre iconiche. Parliamo di marchi particolarmente famosi in patria come all’estero che, però, tra le mani dei più grandi artisti nostrani hanno avuto modo di spiccare. In questa classifica, però, hanno avuto modo di trovare spazio anche liuterie e brand italiani che hanno fatto la storia della musica del Paese.

Ibanez RGTH57 Cesareo

Un corpo in tiglio e un manico in tre pezzi di acero, compongono l’anima della Ibanez Cesareo Signature. A completare la sua configurazione, un set di pickup Humbucker DiMarzio Air Norton al manico e Tone Zone al ponte. La Ibanez RGTH57 è, ormai da anni, lo strumento prediletto dal leggendario chitarrista degli Elio e Le Storie Tese, Cesareo. Si tratta, del resto, di uno strumento dalle altissime prestazioni, costruito su misura per i funambolismi del chitarrista, primo tra gli italiani a ricevere un modello signature dalla famosissima azienda giapponese. La Ibanez Cesareo Signature ha spiccato su alcuni dei palchi più prestigiosi d’Europa, coadiuvata dall’accattivante livrea custom progettata da Cesareo insieme al fratello ed ispirata ai modelli utilizzati da Eddie Van Halen.

Duesenberg Starplayer Zucchero

Da pochi anni, l’iconico Bluesman italiano, Zucchero Fornaciari, usa sfoggiare con grande orgoglio sui palchi delle arene gremite da fan in adorazione un modello che il marchio Duesenberg ha creato apposta per lui. La Duesenberg Starplayer che la casa ha costruito per Zucchero non è un modello in produzione. Trattasi, infatti, di una edizione molto particolare grazie alla sua finitura Rusty Steel, che simula l’acciaio arrugginito e invecchiato dal tempo. Lo strumento presenta fondo e fasce in acero (essendo un modello semiacustico), un manico in unico pezzo dello stesso legno ed una tastiera in pregiato palissandro indiano. I pickup, anticati per l’occasione, sono due Dusenberg, nella fattispecie un Humbucker Grand Vintage ed un Domino P-90.

Paradis Avalon Pino Daniele

Per molti anni, Pino Daniele ha scelto le Paradis Avalon sul palco come in studio per i suoi virtuosismi melodici ed avvolgenti alla chitarra. Si tratta di uno strumento famosissimo, dalle linee sinuose, costruito per Pino dal liutaio svizzero Rolf Spuler. Oggi, le Paradis Avalon sono circondate da un velo di affascinante mistero, dato il loro design particolare e le finiture quasi sempre naturali. A partire dagli anni ’90, la chitarra è diventata un simbolo del playing di Daniele e, per questo, occupa un posto importante all’interno di questa classifica.

Marvit CF-55 Edoardo Bennato

Edoardo Bennato è uno dei musicisti più ammirati nella storia della musica italiana. La sua chitarra Marvit CF-55 entra di diritto a far parte delle chitarre più iconiche nel Rock italiano, se non altro, per la sua originalità e l’attenzione ai dettagli che contraddistingue la liuteria napoletana che le produce. La CF-55 nasce dall’idea di uno strumento leggero, dalle forme ispirate ad uno dei modelli di chitarra elettrica più famosi in assoluto, quello della Telecaster, che avesse il caratteristico suono di una dodici corde acustica. Lo strumento presenta un corpo in ontano con top in abete, manico in acero con tastiera in palissandro ed un preamplificatore L.R. Baggs; il tutto racchiuso in soli 1,5 Kg di peso complessivo.

Eko Ranger

Eko è un famosissimo marchio italiano, nato nelle Marche, a Recanati, nell’ormai lontano 1959. Da allora, gli strumenti Eko hanno accompagnato milioni di giovani alla conquista dei loro sogni in musica, costruendo strumenti affidabili, senza compromessi sulla solidità e sulla resa sonora. La Eko Ranger, specie nelle sue prime albe, ha accompagnato alcuni dei musicisti più famosi delle scene nostrane. Che si trattasse di cantautori o di Rockstar pioniere del genere nel Bel Paese, la Eko Ranger è stata una costante negli accompagnamenti delle loro canzoni; sia nella sua configurazione a sei corde che nell’iconica XII, a dodici. Da Edoardo Bennato a Lucio Battisti, fino ad arrivare ad artisti internazionali come Mick Jagger, nel corso dei decenni, moltissime leggende della musica hanno deciso di utilizzare, almeno una volta, una Eko Ranger.

Share