20 June, 2021, 04:01

Janis Joplin, com’è nata “Half Moon”?

Indimenticabile e carismatica, Janis ha incantato intere generazioni. Le sue esibizioni coinvolgenti e travolgenti hanno segnato la sua carriera e il ricordo che ormai abbiamo di lei. Pur non avendo avuto molto tempo, Janis è riuscita a lasciare tanto. Un’aura, una fama che in un certo qual modo la precede e conferma tutto il suo talento. Le canzoni di Janis sono molto spesso cover, ma delle altre hanno delle storie particolari, che la caratterizzano. “Half Moon” è una di queste, una di quelle canzoni di Janis Joplin nate da un contesto poco solito. Ecco la storia di “Half Moon” di Janis Joplin.

L’ultima voce di Janis: Pearl

Com’è ben noto, Janis Joplin morì a soli 27 anni, entrando nel famigerato Club dei 27, insieme ad altri suoi colleghi. Le sue ultime canzoni sono contenute in quest’album, che porta il titolo Pearl. Si tratta dell’ultimo dei suoi due album da solista, carriera che decise di intraprendere una volta dopo aver collaborato con diverse band. L’album verrà pubblicato l’11 gennaio 1971, circa tre mesi dopo la morte la morte della stessa Janis, a causa di un’overdose di eroina. Le canzoni di questo progetto che possiamo ascoltare sono dieci, divise ugualmente tra Lato A e Lato B. “Half Moon“, la canzone cui abbiamo già citato, occupa la quarta posizione del primo lato. Un’ultima grande testimonianza di Janis, che purtroppo non è potuta essere completata in toto, vista la sua precoce scomparsa e la pubblicazione postuma.

Come nasce “Half Moon” di Janis Joplin?

Questa canzone è stata scritta da da Hall e dalla sua prima moglie, l’ex Johanna Schier. Durante quegli anni -siamo negli anni Settanta circa- lui era un musicista, mentre la moglie scriveva per The Village Voice. C’erano delle difficoltà, ma a Johanna fu chiesto di fare un intervista a Janis Joplin, che -ovviamente- non rifiutò. Fu proprio la cantate a proporre alla coppia di scrivere una canzone per lei. Durante quel periodo suo marito stava lavorando alla musica di una commedia. Aveva preparato un riff di chitarra che si ispirava -come riportato da Songfacts- allo stile di Jimi Hendrix. Dopo aver visto il testo scritto dalla moglie, la riadattò. Janis, da canto suo, lavorò ancora un po’ sulla canzone, così da adattare il brano alle sue corde e al suo stile.

“Yeah, you fill me like the mountains,
Yeah, yeah, yeah, yeah,
You fill me like the sea, Lord,
Not coming past but still at last
Your love brings life to me,
Your love brings life to me.
Oh oh oh oh oh oh yeah!”

 

Share