25 January, 2021, 18:07

30 Seconds To Mars, il significato di The Kill [Bury me]

I 30 Seconds to Mars sono un gruppo musicale che produce principalmente rock alternativo e progressivo. In verità gli vengono attribuiti tanti altri generi diversi, visto che all’interno delle loro produzioni giocano con diversi elementi. La band viene fondata dai fratelli Leto, nel 1998 e nasce come un gruppo casalingo. Le cose però, prendono una piega sempre migliore, tanto da formare un gruppo vero e proprio, che dopo alcuni cambiamenti nei componenti si presenterà come l’attuale dei 30 Seconds To Mars. Uno dei loro successi più conosciuti è “The Kill” che racchiude uno dei suoi significati maggiori in un canonico “conosci te stesso”. Qui il significato di “The Kill” dei 30 Seconds To Mars.

Dov’è contenuta la traccia?

Nel 2006 i 30 Seconds to Mars pubblicano il loro secondo album intitolato A Beautiful Lie, titolo scelto dal frontman Jared Leto. Quello che il titolo vuole indicare è la bellezza e soprattutto la contraddizione che caratterizza tutte le cose e, in generale, il mondo. A Beautiful Lie nasce come un vero e proprio sfogo, come se incarnasse un punto di vista che potremmo definire retrospettivo, affrontando tematiche molto delicate. Lo stesso Jared Leto in una intervista del 2008 esprimerà la sua definizione, prettamente personale, dell’album:

“A Beautiful Lie è stato scritto dal punto di vista di qualcuno che è al crocevia della sua vita e si domanda cosa fare. È una raccolta di pensieri, idee, tematiche e concetti di particolari periodi della vita che sei costretto ad affrontare. Devi vincere delle sfide per diventare quello che realmente sei. Questo è A Beautiful Lie.”

“The Kill” [Bury me] verrà estratta proprio da questo secondo album e si piazzerà in ottime posizioni in classifica, fino a diventare disco d’oro nel Regno Unito.

 

La storia di The Kill [Bury me] dei 30 Seconds to Mars

The Kill [Bury me] è una delle quattro tracce dell’album A Beautiful Lie ad essere estratta come singolo. Le restanti sono Attack, From Yeasterday e l’omonima A Beautiful Lie. Una delle particolarità di questo brano -oltre al significato che tra poco vedremo- è che si è affermata nella Modern Rock Tracks, rimanendovi per 52 settimane. Un caso più unico che raro, sicuramente, visto che si tratta di una delle permanenze più lunghe in assoluto. Il titolo inoltre, lo si può ritrovare in due diverse versioni: una che porta dentro a delle parentesi quadre “Bury me” e l’altra che riporta “Rebirth”. Queste due connotazioni fanno riferimento a due versioni diverse, in quanto la seconda citata è stata pubblicata nel Regno Unito come versione alternativa.

Il significato del brano

Questo brano si sposa bene con il significato di cui si fa portatore l’album. Se Jared -come prima indicato- sente che A Beautiful Lie è un po’ il disco che si scrive quando si è in un crocevia, quando tutto merita di essere rianalizzato e soppesato, allora The Kill è una traccia portante. Lo è perché quello che cerca di affrontare è l’analisi dell’io. Nello specifico, per essere più precisi, quello che il brano si propone è l’annientamento della paura che l’uomo prova quando si trova ad affrontare il suo vero io. E’ questo d’altronde quello che si ricava anche dalla visione dello stesso video, in cui la band soggiorna in un hotel. Qui ognuno di loro affronta il suo doppio, in un gioco di facce gemelle che lottano tra di loro.

 

Share

Maria Geraci, 1999. Laureata in lettere moderne e studentessa magistrale di letteratura, filologia e linguistica italiana. Appassionata di rock, grunge e cantautorato. Ferrata nella stesura di articoli e aspirante scrittrice. (mariageraci9@icloud.com)