gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 canzoni rock nelle quali viene utilizzato il mandolino

La maggior parte degli appassionati della musica considera il mandolino come una sorta di lontano cugino della chitarra. Spesso viene utilizzato per rendere una melodia più popolare e si contraddistingue per un suono squillante, tipico della musica folk. Poche persone, invece, lo associano al genere rock, dato che poco sembra avere a che fare con bassi e chitarre elettriche. Eppure, per rendere un’atmosfera maggiormente frizzante, un simile strumento potrebbe essere la scelta ideale. Ecco, di seguito, 5 brani rock con il mandolino.

1. Led Zeppelin – The Battle of Evermore

Non potevamo non iniziare con questo autentico capolavoro dei Led Zeppelin, contenuto nel loro quarto album in studio. Nel 1971, fu così realizzato il primo brano rock/metal con il mandolino. Quest’ultimo fu suonato dalla leggenda Jimmy Page, che fece da sfondo ad uno duetto formato da Robert Plant e dall’ospite Sandy Denny. In realtà, lo strumento era di John Paul Jones. Nonostante il mandolino fosse stato utilizzato anche in occasione di Going to California, The Battle of Evermore ne resta l’esempio più lampante.

2. R.E.M. – Losing My Religion

Nel 1991, i R.E.M. diedero vita ad un altro autentico classico della musica rock col mandolino. Molto probabilmente, Losing My Religion è stato il brano che ha consacrato la band di Michael Stipe, oltre ad essere il primo a saltare nella mente della maggior parte degli ascoltatori. Anche questa composizione nacque per caso, dato che il chitarrista Peter Buck stava suonando lo strumento solo per evitare di essere associato solo alla chitarra.

3. Rory Gallagher – Going to My Hometown

Nella nostra lista abbiamo inserito anche questa canzone straordinaria di un vero genio della chitarra. Nel 1972, Rory Gallagher divenne ufficialmente il musicista irlandese più noto della storia del rock, nonostante in seguito non avrebbe ottenuto il successo meritato. Ad ogni modo, il mandolino può essere associato con maggiore facilità all’Irlanda in tutte le sue forme. Gallagher lo usò a più riprese, tra le quali la più ricordata coincide senz’altro con Going to My Hometown.

4. Rod Stewart – Maggie May

Anche un genio come Rod Steward si affidò al mandolino. Lo fece narrando di una storia esaltante e snervante al tempo stesso, incentrata sulla sua prima esperienza sessuale durante un Festival di jazz nel 1961, all’età di circa 16 anni. Il brano fu realizzato nel 1971 e il nome di Maggie May era in realtà fittizio, tratto da un brano popolare dedicato a Liverpool. Nello stesso album fu inserito anche il pezzo Mandolin Wind, con la presenza dello stesso strumento musicale.

5. Skyclad – Thinking Allowed

Infine, concludiamo con una band di Newcastle che forse non ha mai ottenuto la consacrazione definitiva. Gli Skyclad erano considerati un buon esempio di folk metal ed erano abbastanza avvezzi all’uso del mandolino. Il brano Thinking Allowed fu pubblicato nel 1993 e iniziò proprio con un assolo di questo dolce strumento, prima di andare avanti con tracce di rock duro. Di sicuro, un gruppo dalla notevole creatività.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)