27 February, 2021, 21:21

5 leggende della chitarra che hanno deciso di suonare il basso nella loro carriera

Il basso è uno strumento musicale ingiustamente sottovalutato. Pochi artisti decidono di suonarlo fin da giovanissimi, ma numerosi chitarristi leggendari hanno scelto di cimentarsi. Ecco cinque virtuosi della chitarra che, durante il loro lungo percorso artistico, hanno suonato anche il basso.

Jimmy Page

Iniziamo da un musicista versatile e moderno, che ha saputo adattarsi ad ogni circostanza. Oltre ad essere considerato come uno dei chitarristi più grandi di sempre, lui ha anche suonato il basso. Lo ha fatto nella sua militanza tra gli Yardbirds, nei lontani anni ’60.

Jimi Hendrix

Non poteva mancare il mitico Jimi Hendrix, che in alcuni casi ha registrato in studio le parti di basso dei suoi pezzi. Un chiaro esempio è rappresentato da All Along the Watchtower. Secondo la leggenda, il bassista originario della band di Jimi, Noel Redding, non si era potuto esibire perché ubriacatosi in un pub.

Ritchie Blackmore

Agli inizi degli anni ’60, Ritchie Blackmore ha iniziato la sua carriera musicale insieme ai The Outlaws. Qui iniziò a migliorare la sua tecnica con la chitarra. Quindi, formò i Rainbow e si improvvisò come bassista in vari brani dell’album Long Live Rock ‘n’ Roll.

Keith Richards

Il chitarrista dei Rolling Stones è apprezzato anche per aver trasformato la sua chitarra in uno strumento a cinque corde, tramutandola in vero e proprio basso. Inoltre, lo ha suonato nel supergruppo dei The Dirty Mac e in vari brani degli Stones come Jumpin ‘Jack Flash.

David Gilmour

Concludiamo con il bassista improvvisato David Gilmour, che spesso ha dovuto prendere il posto del collega Roger Waters. Lo ha fatto anche in occasione di due album iconici come The WallThe Division Bell.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)