gtag('config', 'UA-102787715-1');

I migliori album unplugged della storia

Negli anni ’90 il canale televisivo di MTV ha dato avvio ad un format molto interessante. Si tratta dell’MTV Unplugged, un programma che trasmette concerti dal vivo in versione acustica dei più importanti nomi del mondo della musica. Molti musicisti e rockband, hanno poi ricavato da quelle loro spettacolari ed emozionanti esibizione dei dischi che hanno fatto la storia. Per ricordare questo bellissimo progetto vogliamo stilare, in questo articolo, la classifica dei migliori album unplugged della musica.

MTV UNPLUGGED, NASCITA E STORIA DEL PROGRAMMA TELEVISIVO

La storia dell’MTV Unplugged nasce ufficialmente nel 1989 quando i Bon Jovi si esibiscono in occasione della  premiazione agli MTV Music Awards. La band però – in controtendenza rispetto ai live spettacolari ai quali era solitamente abituato il pubblico – decide di salire sul palco in formazione ridotta e con solo delle chitarre acustiche. Si presentano infatti, davanti alla folla, solo Jon Bon Jovi e Richie Sambora.



Lo spettacolo riscuote così tanto successo, che la produzione di MTV decide di trasformarlo in un format fisso in cui i maggiori esponenti del mondo musicale erano chiamati a suonare in versione acustica davanti ad un pubblico ristretto. Moltissime le rockstar che hanno tratto – da quegli show emozionanti – degli album che hanno fatto la storia della musica.

NIRVANA, 1993

L’MTV Unplugged di Kurt Cobain e soci – tenutosi il 18 Novembre del 1993 a New York – rimane una delle esibizioni più emozionanti e spettacolari dei Nirvana. Dalla registrazione di quell’esibizione acustica verrà pubblicato il primo album postumo dopo la morte di Cobain, il 1 Novembre del 1994. Considerato unanimemente da critica e pubblico come una delle performance più profonde della band di Seattle, l’album Unplugged che ne verrà fuori diventa ben presto una pietra miliare nella storia della musica.



Durante l’esibizione acustica per l’MTV Unplugged, i Nirvana si esibiscono in alcuni loro pezzi – decisamente pochi rispetto al gran numero di cover cantare da Kurt Cobain. Il frontman cura in ogni minimo dettaglio anche la scenografia che – secondo alcuni – era emblematico del suo stesso stato emotivo e avrebbe predetto quello che sarebbe successo di lì a pochi mesi.

ALICE IN CHAINS, 1995

Altro grande esponente del mondo Grunge e altra grande perdita della musica, Layne Staley si esibisce con i suoi Alice in Chains per l’MTV Unplugged il 10 Aprile del 1995. Nel Luglio dello stesso anno venne pubblicato il relativo album. A dare ancor più valore a quell’esibizione acustica è il fatto che fu il primo concerto della band a distanza di due anni e mezzo dal precedente. E anche una delle ultime apparizioni televisive di Staley.

Gli Alice in Chains – a differenza di quanto detto poco sopra con i Nirvana – si esibiscono nella maggior parte dei loro successi: Would, Nutshell, Rooster. Escludono però dalla scaletta tutti i brani dell’album di debutto, Facelift. Sebbene Layne Staley appaia dimagrito – duramente provato da un pesante abuso di sostanze stupefacenti – la performance degli Alice in Chains è destinata ad entrare nella storia, al pari di quella dei Nirvana e dei Pearl Jam.

ERIC CLAPTON, 1992

Unplugged è l’album live del grande chitarrista Eric Clapton, registrato in Inghilterra nel 1992, sempre nell’ambito del formato dell’MTV Unplugged. Il disco – oltre ad essere annoverato come uno dei migliori prodotti del genere – ha valso al suo creatore un grandissimo successo. Unplugged è stato insignito di ben tre Grammy Awards, tra i quali Album dell’Anno. Ed è inoltre il più grande successo commerciale di Clapton, con circa 26 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

PEARL JAM, 1992

I Pearl Jam, capeggiati da un giovane Eddie Vedder si esibiscono per l’MTV Unplugged nel 1992. Con alle spalle il solo album di debutto – Ten, uscito nel 1991 – la loro esibizione rimane una delle più forti e viscerali del programma. Il 19 Febbraio del 1992 Vedder e soci avevano cantato in un piccolissimo locale in Svizzera così, poco dopo, qualcuno aveva pensato fosse il caso di invitarli anche ad MTV, per sentirli in acustico.

I Pearl Jam si presentano ai Kaufman Astoria Studios nel Queens il 16 Marzo dello stesso anno – ma quel giorno si stanno registrando altri due Unplugged lì. L’idea, del regista e produttore esecutivo, è che se dovesse andare male – perchè Eddie Vedder e soci non sono molto conosciuti e perché non sono abituati ad esibirsi in acustico – almeno non sprecheranno energie. Eppure il concerto va bene, e viene ancora ricordato come uno dei più energici e forti dei Pearl Jam.

R.E.M., 1991 e 2001

Infine i R.E.M. – l’unica band di questa classifica che si esibisce agli MTV Unplugged non una, ma ben due volte. Dalla registrazione della prima volta nel 1991 e della seconda, dieci anni dopo, verrò prodotto il doppio album Unplugged 1991-2001: The Complete Sessions. Pubblicato nel 2014, è il primo lavoro discografico ad essere uscito dopo lo scioglimento della formazione, avvenuto nel 2011.



Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.