gtag('config', 'UA-102787715-1');

Attila: il gruppo di Atlanta sniffa le ceneri di un defunto durante uno show

Attila, dal gotico “piccolo padre”, è stato un guerriero, un sovrano unno e soprattutto uno dei nemici più temuti dall’impero romano d’Occidente. Denominato anche Flagello di Dio, si racconta che dove avesse camminato lui non sarebbe cresciuta più l’erba. Il gruppo metalcore degli Attila, formatosi nel 2005, in pratica non poteva scegliere nome migliore per rappresentare la propria band.

Attila: la band porta sul palco le ceneri del nonno di un loro amico

Venerdì 30 Agosto la band di Atlanta, Georgia, durante uno show a Corpus Christi (Texas) ha portato sul palco le ceneri del nonno di un loro amico. E, fin qui, tutto bene. Ad un certo punto però, nel bel mezzo del concerto, i membri del gruppo hanno iniziato prima a gettare le ceneri sulla folla e poi a disporle sulle mani come fosse cocaina. E, proprio come fosse cocaina, hanno iniziato a sniffarla. Il frontman Chris “Fronz” Fronzak, però, a quanto pare non ha digerito tanto la cosa: subito dopo averla sniffata ha iniziato a sputare, disgustato dalla cosa.

Il particolare omaggio della band di Atlanta

Ma cosa avrà spinto la band americana a fare questa pazzia? Secondo quanto dichiarato dai membri del gruppo Chris Fronzak, Chris Linck, Kalan Blehm e Bryan McClure l’intenzione era quella di far fare un ultimo Crowd Surfing (in italiano surf sulla folla) al nonno del loro compagno. A dir la verità non è la prima volta che il gruppo di Atlanta ha a che fare con le ceneri di un defunto. Lo scorso marzo sparsero le ceneri di un fan sul loro tour-bus, esaudendo così l’ultimo desiderio del ragazzo.

Gli Attila, che il 22 febbraio hanno rilasciato il loro ultimo album intitolato Villain, hanno in programma anche due tappe in Italia. Il 10 e l’11 dicembre, insieme ai Veil Of Maya, saranno rispettivamente a Bologna e Milano per due date inedite.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)