Avett Ray Maness: il bambino cieco che suona Bohemian Rhapsody dei Queen e diventa virale

Avett Ray Maness è un bambino americano nato con una malattia della retina, ma anche con un talento straordinario per la musica: a undici mesi ha iniziato a suonare il pianoforte, da solo, a orecchio.

Il piccolo Avett è affetto da retinopatia del prematuro: una rara malattia vascolare della retina che lo rende totalmente cieco da un occhio e gli consente di vedere pochissimo dall’altro. Il bimbo è infatti costretto a camminare con l’ausilio di un bastone e a leggere in braille.

Avett Ray Maness suona e canta Bohemian Rhapsody: il video è virale


Il bambino ha sei anni ed è quasi cieco, ma suona Bohemian Rhapsody come un piccolo Freddie Mercury. Il video in cui canta e suona la famosa canzone dei Queen è diventato virale sul web,raggiungendo in poco tempo più di 900mila visualizzazioni e 55mila like.

Nel video il piccolo mostra una grande familiarità con la musica, sembra quasi essere a suo agio. Oggi le richieste per esibizioni in pubblico del giovanissimo Avett cominciano a fioccare: il bambino prodigio ha già suonato in una scuola dell’Ohio davanti a oltre 900 persone, mentre ad aprile suonerà per un evento di raccolta fondi.

Il primo approccio con la musica a soli 11 mesi

Avett Ray Maness vive in Ohio e, secondo quanto raccontato dalla mamma Sara Moore, aveva solo 11 mesi quando ha toccato per la prima volta i tasti di un piano, strimpellando ad orecchio “Twinkle Twinkle Little Star” (famosa ninnananna anglosassone).

Cotton Candy Clouds

Il piccolo Avett è anche il protagonista di un libro scritto dalla mamma, dal titolo “Cotton Candy Clouds”: “Siccome Avett non poteva vedere le nuvole ho scritto Cotton Candy Clouds, così ora riesce a immaginarle.” ha raccontato la madre, Sara Moore. Il libro, oltre ad essere dedicato al figlioletto, è stato scritto con l’intento di tenere alta l’attenzione sul tema della comprensione e dell’accettazione.

La vita di Avett Ray Maness è ovviamente più complicata rispetto a quella di un bimbo normale, ma fortunatamente è riuscito a trovare sfogo nella musica.

Share

Classe '94,amante della musica in tutte le sue sfumature. Le note sono nel DNA della mia famiglia: mio padre chitarrista, mio zio batterista. Io? Articolista e aspirante critico musicale. Appassionato di letteratura, cinema e arte. Ultimo, ma non per minor importanza,studente di lettere moderne.